lost password?
Giovedì, 17.08.2017

A microfoni aperti: dieci domande a Emiliano Conti
am Tuesday, November 12, 2013

Si scrive Emiliano Conti e si legge top grinder online. In pochi non lo conoscono. Per molti invece è un esempio da seguire, soprattutto fra coloro che vogliono emergere nel gioco online. “IfAc2gUd1WiN” e “Laurarossi90” sono i nick più noti con i quali il player fiorentino ha vinto i massimi sulle maggiori room italiane. E pensare che ha solo 28 anni.

emiliano-conti-pls[1]

Visto che si sono appena concluse, partiamo dalle “ICOOP”. Come sono andate?

Le ICOOP non sono andata benissimo ma neanche malissimo. Più o meno ho fatto break even negli eventi, ma ho fatto segnare un buon profitto durante il periodo icoop, soprattutto sulle altre room che non sono stars. Inizialmente ero partito con l idea di provare a vincere la leaderboard, ma poi ho desistito.  Grindare 14 giorni  su 14 per me si è rivelato insostenibile.

Il field online sulle .it si è davvero così indurito?
Sicuramente il field si è indurito. Non tanto per l’arrivo o nascita di “Top Regulars”, bensì perché ci sono tanti regulars medi che grindano con costanza e il fish non è più fish come poteva essere due anni fa. Quindi l’edge del top regular si va pian piano assottigliando. Con ciò non voglio dire che i guadagni non ci siano più, anzi, ma solo che portare a casa la pagnotta diventa sempre più difficoltoso.
Quanto è stata fondamentale per la tua crescita iniziare a giocare sul .com, quando ancora non esistevano le room italiane?
Per me e’ stato fondamentale aver iniziato a giocare sul .com per un motivo abbastanza semplice. Quando è partito il .it, io avevo già maturato un esperienza di gioco significativa e questo mi poneva in una situazione d vantaggio, sia in termini tecnici che di esperienza, rispetto al 99% del field che andavo ad incontrare regolarmente ai tavoli nel lontano 2008. 
Si parla di un mercato online italiano saturo. Pensi che l’apertura al tanto citato .eu possa essere la mossa della svolta?
Onestamente non so dare un parere preciso, in quanto non sono ben a conoscenza della situazione in cui si trovano gli altri paesi che insieme all’Italia andrebbero a formare il .eu. L’unica cosa che posso affermare e’ che secondo me , a meno che negli altri paesi non ci sia un rapporto fish/reg ben diverso da quello italiano, le cose non potranno cambiare molto, se non per la possibilità di avere dei garantiti maggiori.
Negli ultimi tempi sulle .it ci sono stati molti casi di multi account, collusion e altro ancora. Come credi si possano debellare questi problemi?
Non credo sia facile debellare il problema. Un maggior controllo delle poker room, unito a degli strumenti più punitivi ( sequestro dei fondi, ad esempio) potrebbe già essere un inizio. Spero invece non venga percorsa la strada del multi entry, che secondo me non farebbe altro che velocizzare la morte del gioco on-line. 
emiliano conti (3)
Un paio di anni fa avevi detto: “Attenzione ai giocatori tedeschi. La loro scuola è cresciuta parecchio”. Sei stato buon profeta per loro visto che fanno incetta di trofei sia live che online. Che cosa hanno più di noi?
Non era difficile fare questa profezia. Mi ero solamente guardato in giro, vedendo quanti ragazzi tedeschi fossero già ad alti livelli.
Cosa abbiano più di noi è presto detto: si confrontano in un mercato non chiuso come il nostro e per questo hanno avuto la possibilità di buildare (accumulare) dei roll importanti che a loro volta gli han dato la possibilità di fare esperienze internazionali di alto livello.
Ma i giocatori italiani sono cosi scarsi o in ritardo rispetto ai colleghi stranieri?
Assolutamente non credo che i player Italiani siano molto più scarsi dei giocatore stranieri. Il nostro handicap nei confronti del mondo, e’ quello di esser costretti in un sistema chiuso, e quindi di non poterci misurare con avversari di altissimo livello.
Ma credo che a breve, cosa che tra l altro sta già iniziando ad accadere, anche gli azzurri inizieranno a dir la loro in campo internazionale.
Ultimamente Live ti abbiamo visto poco. Scelta ponderata o soltanto mancanza di tempo?
A dire la verità nel 2013 ne ho fatti più d quello che sono le mie abitudini. Credo che nel 2014 ridurrò drasticamente le mie uscite per i live in quanto non mi piace ne mi diverte farli, e credo che la “hourly rate” nel farli sia inferiore rispetto al grindare online.
emi-conti
Il giocatore italiano più forte al momento ?  E quello mondiale ?
Ti faccio tre nomi: Dario Sammartino, Gianluca Speranza e Gianluca Mattia. Tutti player che stimo molto. A livello mondiale sarebbero infiniti i nomi da fare, e siccome chi vince e’ sempre il più forte, ti dico Ryan Riess il recente vincitore del main wsop. Più forte di così.
Chiudiamo con una domanda che esula dal poker. Se ti chiedessero di scegliere fra l’una o l’altra cosa. A – Un biglietto per la finale di  Europa League allo “Juventus Stadium” con la Fiorentina finalista. B – Un biglietto in prima fila per “Gara 7” della prossima finale NBA. Cosa sceglieresti?

Mai scelta fu più facile. Finale NBA tutta la vita. Sia per il mio amore per “THE GAME”, sia per il mio scemato interesse per il calcio. Anche se esulterei tanto se la “viola” vincesse qualcosa d’importante allo “Juventus Stadium”. In casa dei “Gobbi” c’è più gusto ad alzare trofei. 

 

71fe28517e8cdda298c40832f33dce25_XL[1]

Siamo giunti alla fine. Emiliano in viaggio verso qualche giorno di vacanza a Urbino, ci tiene ai saluti finali: “Un saluto a tutti gli amici di pokerfirma.it e un GL a tutto lo staff per questa nuova avventura“. Buona fortuna a te Champ.