lost password?
Sabato, 21.10.2017

A Mollo…ma non mollo, quando il poker diventa beneficenza
am Thursday, February 20, 2014

E’ una bella chiaccherata quella fatta con Alex, la promotrice di un’iniziativa a favore delle popolazioni colpite dall’alluvione nell’area del modenese all’inizio di questo mese. Da buona emiliana si prodiga per aiutare le popolazioni colpite, iniziando una raccolta di generi di prima necessità nel tentativo di aiutare le popolazioni nei prime ore dell’emergenza.

Grazie alla sua capacità, ed alla volontà di tante persone riesce a far arrivare a destinazione tutto l’occorrente per permettere alle famiglie di affrontare quei terribili momenti, nei quali l’acqua ha tolto loro tutto quanto. Ma la volontà è quella di poter fare di più, servono infatti grandi elettrodomestici, alle 150 famiglie che hanno perso davvero tutto, serve materiale didattico, lavagne, computer, alle 15 scuole che ancora non possono riprendere le loro attività quotidiane. Per far fronte a questo serve, inevitabilmente, una raccolta fondi.

COMUNICATO copiaEd è a questo punto che Alex mette in campo tutta la sua operosità, parlando con un Amico espone il suo progetto nel quale vuole coinvolgere le associazioni che riuniscono gli appassionati di Texas Holdem, lei che giocatrice (per sua stessa ammissione) non è, si arma di pazienza e comincia a contattare alcune di queste associazioni, espone il suo progetto e comincia a trovare qualche consenso. Il progetto prende così forma, nasce A Mollo…ma non mollo e grazie al passaparola le associazioni aderenti crescono di numero, giorno dopo giorno.

Lo scopo di A Mollo…ma non mollo è quello di raccogliere fondi destinati in primo luogo ai bambini, con la speranza di ridare loro un sorriso, visto che nel’ultimo anno prima il terremoto, poi l’alluvione questo sorriso lo ha tolto a molti di loro, ma non solo verrà istituito un numero di conto corrente dove chi vorrà potrà fare delle donazioni spontanee a favore di queste popolazioni.

Alex, modenese di Carpi è riuscita sin’ora a coinvolgere 16 associazioni proveniente da Emilia Romagna, Toscana, Campania Puglia, Veneto, e tante altre anche in altre regioni stanno dando la loro adesione. L’evento si svolgerà nella giornata di Venerdi 7 Marzo, ed ogni associazione devolverà al progetto 10 euro per ogni singolo associato che parteciperà all’evento, che si svolgerà nelle sedi delle varie associazioni. L’obbiettivo minimo è quello di raccogliere seimila euro, e l’utilizzo dei fondi raccolti sarà dettagliato e reso disponibile, tramite gli estratti conto bancari, sulla pagina facebook di Alex Eventi.

Il Texas Holdem, concepito come sport che può essere utile anche agli altri, perchè è davvero il momento di sdoganarlo una volte per tutte, eliminando definitivamente quell’alone che disegna i giocatori come dei ludopatici rinchiusi in fumose bische intenti a giocarsi l’anello del matrimonio per una sola chip. Alex lo ha capito ed è anche grazie a persone come lei che questo sport può uscire dai sottoscala angusti e diventare utile anche a tutta la comunità.

Quindi segnatevelo a calendario e partecipate, se potete, venerdi 7 Marzo l’Italia del Texas Holdem si unisce mostrando tutto il suo cuore.

“Ci saranno pietre da raccogliere dopo il terremoto? Loro alla fine faranno cattedrali” MASSIMO RIVARA – GLI EMILIANI SONO COSI’.

Per maggiori informazioni visitate la pagina facebook dell’evento.

Clicca per ingrandire la locandina