lost password?
Sabato, 19.08.2017

ACC New Jersey: chi vuol comprare il Casinò fallito?
am Friday, December 20, 2013

Das Atlantic Club Casino (ACC) Hotel ad inizio novembre ha presentato la procedura di insolvenza, poco dopo è stato subito decisa la messa all’asta. In ragione dell’apertura del mercato del Poker Online di cui il casinò automaticamente detiene una licenza alcune aziende si sono dimostrate più che interessate, tuttavi la montagna di debiti si è dimostrata una vetta inviolabile per tutti i possibili acquirenti sinora.

Atlantic-Club-Casino-WikipediaAncora oggi la crisi economica lascia le casse degli imprenditori USA vuote. Anche i dcici Casinò di Atlantic City lo sentono chiaramente sulla propria pelle. Alcune settimane fa appunto per questo motivo l’Atlantic Club Casino Hotel ha poratto i libri in tribunale e presentato istanza di insolvenza. Nach dem Revel ist dies der zweite Glücksspielpalast in New Jersey, der bankrott ist.

Fino all’altroieri gli interessati potevano presentare le loro offerte. Oggi alle 11 ore localisi svolgerà un’asta e sempre durante la giornata di giovedì qualora l’asta non andasse a buon fine si terrà un’audizione per verificare se sussistano le reali condizioni per una vendita. Insider confidano che gli attuali proprietari non sono riusciti a trovare una società straniera disponibile per una cosiddetta offerta ‘Stalking Horse’. Questo significa che l’offerta minima sperata dall’attuale proprietà non sarebbe stata raggiunta.

PokerStars lo scorso anno voleva comprare l’ACC per $ 15 milioni, e si sarebbe accollato l’indebitamento e le obbligazioni correnti. Queste come è ormai noto non sono cosa da poco. Oltre ai $ 5 milioni di debito certificato si aggiungono gli obblighi previdenziali e pensionistici che presumilmente superano i $ 30 milioni. Oltre a ciò si deve aggiungere che le perdite salgono ogni giorno di ulteriore attività per non dire ogni minuto.

Durante la trattativa con PokerStars, quest’ultima aveva concretamente ed effettivamente pagato i costi di gestione corrente, tuttavia la Colony Capital LLC rescisse il contratto. Il motivo di quella che oggi potremmo tranquillamente definire una decisione scellerata era che la Colony Capital si aspettava di spuntare un prezzo di vendita più alto dopo l’apertura del mercato regolamentato del pokeronline in New Jersey.

Un secondo assalto di PokerStars, come prospettato un mese fa, è al momento fuori discussione. I tentativi di acquisto da parte della Rational Groups di una licenza per il poker online ad Atlantic City sono stati congelati per due anni dalla New Jersey Division of Gaming Enforcement (DGE). Alla luce di questo un compratore all’orizzonte sembra tanto vero quanto un miraggio nel deserto.

Altro indizio per la mancanza di un compratore è la decisione del tribunale americano di sospendere i bonus dei dirigenti nel caso in cui l’ACC venga venduto al di sotto dei $ 25 milioni. La partita comunque sembra ben lontana dal chiudersi.