lost password?
Giovedì, 24.08.2017

Aldo Zambruno a ruota libera. L’intervista
am Friday, February 7, 2014

Aldo Zambruno, sicuramente è uno dei personaggi più simpatici del circuito.

L’avevamo visto all’opera alle PLS di Luglio 2013, dove a Venezia raggiunse il secondo posto alle spalle di Enrico Mosca. (Foto) Siamo riusciti a scambiare quattro chiacchere con Aldo di ritorno da una trasferta lavorativa.zambruno vs mosca

PokerFirma: Ciao Aldo, dopo il secondo posto di luglio non ti abbiamo più visto molto spesso nei torneo. Dov’eri finito in questi ultimi mesi?

Aldo Zambruno: “In Kenya. Son rimasto un paio di mesi lì… si sta veramente bene visto il clima, il mare, le donne e sopratutto partite fantastiche. Sia a Malindi che a Mombasa mi capita di giocare veramente con “bella” gente”.

Sorride, e noi capiamo cosa un giocatore di Poker professionale possa intendere con “bella gente”

PF: Quindi immaginiamo che il cash game sia il tuo “lavoro” principale?

Aldo Zambruno: “Principalmente gioco a cash nei posti più sperduti, e nel corso di questi ultimi anni son riuscito ad investire le mie vincite acquistando degli appartamenti che attualmente sono in affitto. Le partite di norma che vado ad affrontare in giro per il mondo, variano dal 2/4 al 5/5 nelle varianti No Limit Hold’em e Pot Limit Omaha, mentre quando mi diletto on-line di norma gioco il NL200 o il PL100.
Nel 2009-2010 ho cercato di diventare supernova ELITE su Pokerstars.it, ma purtroppo non son riuscito nell’impresa.
Attualmente On-line gioco solo i domenicali o gli eventi più importanti come TCOOP, SCOOP, ICOOP ed il Million sempre su Pokerstars.it”.

PF: Parliamo di Live, so che sarai presente alla Pokeropoly Cup, quali sono i tuoi programmi per il 2014?

Aldo Zambruno: “Sinceramente non faccio programmi a lungo termine; sicuramente sarò presente alla Pokeropoly Cup, poi farò tappa alla Tana delle Tigri di Praga. Di norma gioco tornei che ritengo +ev, un esempio su tutti le PLS, ma a volte sono costretto anche queste tappe a causa di trasferte troppo care con location scomode e difficili da raggiungere”.

Non approfondiamo cosa si intenda per scomodo e difficile da raggiungere rientrando dal Kenya.

PF: In questi ultime settimane, grazie al nostro Daniele Cagnin, abbiamo pubblicato un’inchiesta riguardo il poker online in Italia. Qual’è il tuo pensiero?

Aldo Zambruno: “Com’è scritto nell’articolo, tanti fish-reg sono diventati skillati e quindi si fa sempre più fatica a fare profit visto che il bacino di utenti è sempre meno soggetto al ricambio generato dall’entrata di nuovi utenti.
Da una parte la fee delle room, dall’altra soprattutto il tipo di pay-out che premia pochi (e spesso gli stessi), fa si che sia veramente una minima parte a ricavare un utile, eliminando gradualmente il bacino dei giocatori che sono in grado di reggere la competizione ed abbattere con mezzi propri la varianza negativa. Peccato che quelli che dovrebbero essere i consulenti che collaborano alla stesura di payout e strutture, siano quelli che poi maggiormente traggano profitto al tavolo.

Come se questo non bastasse esistono delle lobby consolidate di players che con i mezzi più comuni (Skype x es.), prendono vantaggi enormi e non a caso spesso si trovano a mettere mano ai premi che contano.
Purtroppo è come nel ciclismo, quando tutti corrono alla pari e qualcuno per essere il migliore si dopa, gli altri  necessariamente, per recuperare il tempo perduto, devono adeguarsi.
Purtroppo, anche quello più bravo alla fine, se vuole restare tale si deve adeguare a questo “modo di operare”.
E’ un mio pensiero ma credo sia condiviso da gran parte dei giocatori”

PF: Pensi che i gruppi di gioco possano accentuare tale fenomeno?

Aldo Zambruno: “Sicuramente la presenza di gruppi di gioco, multiaccounting,ecc.. potrebbe inficiare la regolarità dei tornei perchè alla fine dei conti saranno sempre gli stessi che vincono, come dimostrano i dati resi pubblici da sharkskope.com negli ultimi giorni. Questo comporta sicuramente perdita di credibilità dell’intero mondo dell’on-line, che va di pari passo ad una diminuzione del gioco che si è verificata in questi ultimi tempi. Speriamo che al più presto le pokeroom possano e vogliano intervenire ed arginare tale modo scorretto di operare.”

Ringraziamo Aldo per la sua disponibilità, non prima di aver mostrato i risultati che lo portano in carriera ad aver vinto oltre € 300.000 nei tornei live in tutto il mondo:

 

Date Country Place Prize
25-Jul-2013 Italy € 500 + 50 No Limit Hold’em – Main Event
PokerClub Live Series, Venice
2nd € 30,000 $ 39,649
01-Nov-2012 Italy € 450 + 50 No Limit Hold’em – Main Event
Snai Poker Cup, Venice
22nd € 1,200 $ 1,552
08-Jul-2012 United States $ 135 No Limit Hold’em III
Rio Daily Deepstacks, Las Vegas
12th $ 279
20-Feb-2011 Malta € 300 + 30 No Limit Hold’em
IPT Malta 2, Portomaso
4th € 1,800 $ 2,440
29-Jul-2010 Italy IPT  € 2,000 + 200 No Limit Hold’em – Main Event
IPT Venice, Venice
50th € 3,700 $ 4,755
24-Jul-2010 Italy € 640 + 60 No Limit Hold’em – Mini IPT
IPT Venice, Venice
32nd € 1,200 $ 1,542
17-Jun-2010 San Marino € 2,000 + 200 No Limit Hold’em – Main Event
2010 IPT San Marino, San Marino
2nd € 116,000 $ 142,746
02-Jun-2010 Slovenia € 300 + 30 No Limit Hold’em – Warm Up
Tana delle Tigri – Nice Hand, Nova Gorica
3rd € 3,312 $ 4,049
28-Nov-2009 Italy € 1,100 No Limit Hold’em – Main Event
Venice Pagano Events, Venice
5th € 7,000 $ 10,519
02-May-2009 Monaco € 1,000 + 100 No Limit Hold’em
EPT – Grand Final, Monte Carlo
14th € 2,400 $ 3,156
05-Feb-2009 Italy € 1,000 Main Event – No Limit Hold’em
Lieigi Nuts Festival, Rome
1st € 58,674 $ 75,940
18-Oct-2008 Italy € 1,000 + 100 No Limit Hold’em
3rd KS Poker Campionato Italiano Amatori, Venice
14th € 1,620 $ 2,213
17-Oct-2008 Italy € 500 + 50 No Limit Hold’em
3rd KS Poker Campionato Italiano Amatori, Venice
10th € 950 $ 1,298