lost password?
Martedì, 22.08.2017

Ancora un mese in calo per il poker online in Italia
am Thursday, February 27, 2014

Anche all’estero si parla del crollo del poker online in Italia, a farlo è il portale indipendente Pokerfuse.com che analizza lo stato della raccolta online in Italia, a seguito dell’analisi sul traffico online sulle varie piattaforme, in Europa e negli USA fatta da Pokerscout.com.

LOGO-AAMS-ADMPokerfuse, nel suo articolo parla di “declino” del poker sul mercato Italiano, e fa riferimento esclusivamente alle piattaforme con regolare licenza, i dati oggetto dell’inchiesta di pokerfuse parlano di una raccolta lorda relativa ai tavoli cash game, nel mese di Gennaio 2014 pari a 73 milioni di Euro, in calo del 26% rispetto allo stesso mese del 2013 quando la raccolta toccò il 100 milioni e, dato ancora più allarmante, in calo di oltre il 50% rispetto a Gennaio 2012.

Non va meglio nemmeno per la raccolta relativa a MTT e Sit&Go che è diminuita del 26% rispetto allo stesso mese del 2013, tuttavia, in questo scenario non proprio idilliaco AAMS fa ha elencato i ricavi derivanti dalle raccolte online a farla da padrone, per quanto irguarda il cash game,  è sempre PokerStars.it con il 52,8% del totale  seguita da Lottomatica e da Bwin.

Situazione per niente rosea nemmeno in Spagna dove PokerStars.es detiene il 72% del mercato relativo al cash game. La differenza della raccolta fra Spagna ed Italia è data anche dal fatto che in Italia vi sono molti operatori che segmentano ulteriormente il mercato, cosa che invece in Spagna non avviene, grazie agli operatori locali Microgame in testa a tutti.

Visti i dati raccolti, sembra che il declino cominciato già lo scorso anno sia inarrestabile, forse un’apertura verso il mercato comunitario ed un alleggerimento della pressione fiscale favorirebbe la ripresa di uno di quei settori che alimentano in maniera considerevole le casse dello Stato.