lost password?
Sabato, 19.08.2017

Candio sempre nell’occhio el ciclone
am Wednesday, March 19, 2014

Un nuovo tam-tam di notizie sui quotidiani, partendo da varese news ed arrivando all’unione sarda, un “nuovo” colpo di scena e nell’occhio del ciclone ci finisce ancora Filippo Candio che, a distanza di pochi giorni, torna prepotentemente alla ribalta e per l’ennesima volta i meriti sportivi non centrano nulla.

filippocandioLa notizia viene alla luce solamente in queste ore ma, anche in questo caso, la cosa è datata. I fatti risalgono a circa un decina di giorni fa, quando di ritorno da una trasferta nei casinò di Lugano e Campione d’Italia, il giocatore cagliaritano sarebbe stato fermato in dogana a Gaggiolo. Trovato in possesso di una somma di 50.000$ senza che questa fosse stata dichiarata come la legge impone, tale somma sarebbe stata sottoposta a sequestro amministrativo. Il pubblico ministero di Varese, Sara Arduini, infatti avrebbe immediatamente disposto il sequestro del denaro avviando un’indagine approfondita e meticolosa sulla provenienza del denaro visti i precedenti di Candio.

Queste in sostanza le notizie riportate da diversi quotidiani, tra cui Varesenews, la provincia di Varese e l’unione sarda.

La versione di Filippo è invece diversa, sembra che Candio sia incorso sì nel fermo in dogana, sia vero che gli abbiano trovato i 50.000$ non dichiarati in una busta, ma che la cosa si sia conclusa immediatamente mezzo una multa pagata in loco.

Dopo questo ennesimo tam-tam di notizie lo stesso Filippo ha rilasciato una dichiarazione pubblica:

Preso atto delle notizie degli ultimi giorni ci tengo a spiegare che la mia situazione è in via di totale risoluzione e le notizie “trafugate” molto “allarmiste” sono state travisate quasi in toto. 

In qualsiasi caso, avendo già protratto rapporti con lo Stato Italiano (anni orsono), volti alla risoluzione della mia situazione personale, non credo sia il caso di rlasciare ulteriori dichiarazioni affinchè non venga intralciato l’ottimo lavoro già svolto sia dalla GDF che dalla “Agenzia delle Entrate”. 

Pertanto, sono convinto che a breve questa spiacevole vicenda si chiuderà con tutti i chiarimenti possibili. 

Purtroppo la materia che disciplina le vincite all’estero è molto confusa ma come avrete potuto notare dalle ultime news, non ci vorrà molto affinchè venga posta luce sulla questione e “sopratutto” sulla mia buona fede. 

Filippo Candio