lost password?
Giovedì, 23.11.2017

Carlo De Benedittis: la tattica anche domani sarà la stessa
am Friday, January 31, 2014

Se già ieri era al settimo cielo, figuriamoci oggi, dopo aver strappato il pass per una delle otto sedie del TV Final Table di domani. L’EPT di Deauville si colora ancora di azzurro alla fine del day5, grazie all’ennesima prestazione tutto cuore e grinta di Carlo De 1607104_10152562333564622_1324051010_n[1]Benedittis, che vive si a Parigi per lavoro, ma è Italiano a tutti gli effetti. Qualche ora dopo aver raggiunto il TV Final Table finalmente riusciamo a contattare Carlo.

“Non ci credo ancora”. Così esordisce in chat il nostro alfiere“E’ stata una sudata incredibile. Dovevo ribaltare una situazione non dico disperata ma quasi. E’ andata bene e il mio sogno prosegue”. Un sogno tenuto a galla da un benedetto :10h: al river. “Senza quella carta non sarei arrivato al final table. Lo avevo detto ieri, serve anche la fortuna. E la fortuna è arrivata nel momento più opportuno. Credo che in quel momento sia cambiata per forza di cosa la storia del mio torneo. Mi sono lasciato sfuggire un gigantesco “Si” al river. Una sensazione unica”. 

Domani Carlo ripartirà con 17 big blinds, ovvero 685.000 chips. Ultimo nel count e nuovamente short stack. Ma ormai si è abituato. “Sono cinque giorni che mi trovo in questa situazione quindi non vedo perché mi dovrei preoccupare. La tattica sarà la stessa di quella adottata fino a oggi. Aggrappato al tavolo con le unghie e con i denti, senza regalare niente a nessuno. Poi si starà a vedere. Il mio sogno continua ma se anche dovesse terminare prima del previsto, nessun dramma. Io sono già felice così. Immagino che da casa saranno tutti a farmi il tifo. Speriamo che il loro entusiasmo, seppur a distanza, possa influire in maniera positiva”. 

Ritroviamo dunque un giocatore azzurro al final table dell’EPT, dopo tre tappe a bocca asciutta. Infatti l’ultimo a raggiungere l’atto finale era stato nella prima tappa stagionale a Barcellona, Luca Fiorini che terminò al quarto posto. Sappiamo che per Carlo De Benedittis non sarà facile domani, specie vedendo gli stack degli avversari. Ma questo gioco lo sappiamo è imprevedibile e niente è precluso a priori. Crediamoci tutti in questa remuntada. L’unico titolo EPT vinto da un azzurro risale al dicembre 2008. Sono passati esattamente 62 mesi dal trionfo di Salvatore Bonavena a Praga. Anche quel giorno, in pochi lo conoscevano. Anche quel giorno partiva con un stack non proprio deep. Il finale poi lo conosciamo a memoria.