lost password?
Lunedì, 23.10.2017

Dato, Sammartino bene all’High Roller FPS, e gli italiani ai side?
am Tuesday, January 28, 2014

Nell’Emisfero australe, la scorsa notte, trionfavano Mustapha Kanit e Lorenzo Sabato ai due eventi inaugurali del Aussie Million 2014, nella vecchia Europa e più precisamente a Deauville Dario Sammartino ed Andrea Dato hanno sfiorato l’impresa di terminare primo e secondo all’High Roller del France Poker Series, concluso quando era l’alba di Lunedi mattina dopo 17 ore di final day.

Dato_Sammartino_HRDImpresa purtroppo non riuscita per i nostri portacolori, quando erano rimasti in quattro al tavolo finale il chip count vedeva in testa Dario Sammartino, seguito a breve distanza da Andrea Dato.

Purtroppo per loro, il sogno di un Heads Up italiano in terra francese si scontra prima contro l’inglese  Simon Deadman (cognome emblematico) che cracka con :Ax: . :5x: , nella mano decisiva, i Kowboys di Dato, per il giocatore romano un “amaro” quarto posto che gli è valso 51.500 € , stessa sorte capita poco dopo anche a Dario Sammartino che deve arrendersi in terza posizione al francese Kamel Tir, che poi vincerà l’heads up contro l’inglese. Sammartino può consolarsi, però, con un premio da 63.800 €, sempre all’High Roller bene anche Luca Fiorni che chiude il torneo in 11^ posizione per 11.450 €.

Nei side event appena disputati, da segnalare l’ottima prestazione di Salvatore Crapanzano che chiude in 6^ posizione al  NLHE 1.100€  Turbo “8 handed”.

Final Table anche per Giuseppe Zarbo, all’evento #19 – 330 € Turbo Men Event, che termina in 7^ posizione per 2.090 €. Quattordicesima posizione e 710€ per Teresio Ciancanelli all’evento #5 – 330 € Turbo.

Quattro italiani a premio anche all’evento #8 – € 300 FPS Mini Event, il migliore è Salvatore Allata che chiude in 34^ posizione per 1.200 €, 90° Salvatore Alessi e 91° Alfonso Amendola, per loro 900 €, al 101° posto Graziano Pirovano per 800 €.

Anche il Main Event per i colori azzurri non sta andando male grazie anche ad Alessio Isaia, che sia l’anno buono il 2014?