lost password?
Mercoledì, 23.08.2017

Day1A parte in Quarta!
am Sunday, March 30, 2014

Il Day1A del The Game Championship, nella sua seconda tappa slovena, ha visto 79 giocatori sedersi ai tavoli della poker room del Casinò Perla, il via è stato dato alle 14,30 come da programma, e dopo 11 livelli di gioco in 38 approdano al Day2.

Field di qualità, quello del day1a, impreziosito dalla presenza di Marco Della Monica, Giorgio Silvestrin, Paolo Giulio Mattioni e tutti e tre, per altro, passano al Day2 in average o con stack superiore.

Antonio QuartaIl gioco ha spesso sofferto, in termini di spettacolarità, segno anche che molti giocatori hanno voluto preservare il proprio stack in vista di un day2 da 40 minuti a livello.

Uno dei tuffi più “clamorosi” di giornata è senz’altro quello che ha visto coinvolto Stefano Schiano del Gambler Team, partner organizzativo dell’evento, ma sicuramente il thinking process che è maturato nella testa di Schiano non è lo stesso del giocatore “occasionale”, la mano è questa: “Utg+1 openlimpa, raise di Stefano Schiano da cutoff a 1.600, 3bet di Paolo Giulio Mattioni da small blind a 5.200, folda utg+1 e chiama Schiano. Flop :Ac: :Js: :5s: Donkbet di Mattioni a 6.500 e call di Schiano. Turn :Qh: second barrel di Mattioni a 12.000 shova per 40.000 Schiano e snap call di Mattioni.

Allo showodown Mattioni si presenta con :Ad: :Ah: mentre Schiano mostra :6d: :8h: dichiarando “Ti facevo bianco, e pensavo di farti foldare”, purtroppo il timing è sbagliato per il giocatore campano, ed un :6c: non influisce minimanente sull’esito della mano. Paolo Giulio Mattioni sale così a 165.000“, dimostrazione di coraggio da parte di Schiano, nel voler simulare un :Kx: :10x: , non creduto da Mattioni con il sue set di rockets.

Altra mano importante è quella che ha portato una momentanea chiplead a Mauro Castellani, ai danni di Vincenzo Dimartino ” Quando arriviamo al tavolo il board che recita :Jd: :Kh: :7h: :Qs: , c’è il check di Vincenzo Dimartino da small blind il big blind mette i suoi resti per 34.300, Castellani non ci pensa troppo e repusha i suoi resti per circa 100.000, venendo chiamato da Dimartino in allin. Allo showdown il giocatore sul big blind mostra :Ks: :9s: , Castellani :Ah: :6h: e Dimartino :Ac: :10h:che gli regala una scala chiusa al turn. Un magico, per Castellani, :Jh: al river gli permette di chiudere il flush draw ed accumulare uno stack di 210.000 chips“.

Dopo Castellani, lo scettro del comando è passato nelle mani di Giuseppe Occulto, ma sul finire lo cede definitivamente ad Antonio Quarta, che imbusta 219.900 chips quando l’average stack è di poco superiore alle 100.000.

Domani è il giorno del Final Day, e sicuramente avremo modo di documentarvi maggiore action ai tavoli.

Chipcount Day1A

Quarta Antonio 219.900
Occulto Giuseppe 215.400
Iodice Marco 186.900
Fantini Paolo 183.200
Castellani Mauro 165.700
Silvestrin Giorgio 157.200
Quagliozzi Mario 147.700
Tedeschi Giuseppe 133.600
Roberti Roberto 133.000
Cardinale Stefano 132.000
Mattioni Paolo Giulio 128.100
Graziano Nicola 127.000
Scapin Simone 121.800
Della Monica Marco 120.400
Bitenc Ales 113.100
Glessi Giovanni 100.200
Gensante Salvatore 99.500
Briganti Valerio 95.300
Pannone Gordiano 91.200
Bitenc Nejc Martin 88.500
Del Missier Alessandro 87.300
Passon Matteo 86.800
Cozzi Michele 84.900
Tusha Jashar 84.500
Visconti Paolo 78.300
Pignolo Alfredo 77.000
Giorgetti Giacomo 74.800
Vieni Giacomo 74.700
Monferà Mauro 73.200
Mirabella Ercole 69.700
Fortunato Matteo 69.700
Mastrantoni Gianluca 65.500
Mazzocco Gianfranco 62.500
Chiatti Andrea 53.000
De Marzo Claudio 50.600
Visentin Franco 45.600
Dall’Igna Ivan 33.200
Addario Aldo 32.400
legga anche questo articolo : Gioco Ripreso
oppure questo articolo : Fabio Zanetti, rientra ed accumula