lost password?
Giovedì, 23.03.2017

EPT: la fine di una era e l’inizio di un nuovo sogno chiamato Championship. Il 2.0 del poker live
am martedì, dicembre 20, 2016

Il 19 dicembre 2016, rappresenterà per sempre uno spartiacque per quelli che come noi amano il poker. L’EPT ha vissuto il suo ultimo giorno di gloria, prima della pensione meritata. 13 anni di eventi, 115 tappe in giro per l’Europa hanno reso grande l’European Poker Tour. Ma allo stesso tempo, il circuito più importante al mondo ha reso grande questo gioco. Credo che sia inevitabile salutarlo con un po’ di malinconia e tristezza, guardando però con fiducia al futuro. Un futuro che si chiama Pokerstars Championship.

Pokerstars è un’azienda leader non solo nel poker online, ma come dimostrato dall’EPT anche nel campo del Live e dunque se ha deciso di passare a questa sorta di 2.0 della sua storia pokeristica dal vivo, lo ha fatto in piena coscienza. Negli anni l’EPT si è trasformato da semplici tappe, in veri e propri festival del poker a carattere mondiale.  E su questa strada Pokerstars ha deciso di proseguire, allargando però i suoi confini.

ept-praga-day-2-bis

Se fino ad oggi, l’unica tappa extra europea era concentrata alle Bahamas con il vecchio PCA, da gennaio in poi assisteremo ad un assalto a quei mondi mai sfiorati dalla grande carovana. Panama e Macao sono li a testimoniare la voglia di Pokerstars di aprirsi e misurarsi con nuovi e promettenti mercati. Solo il tempo ci dirà se avrà ragione.

Pokerstars Championship e Pokerstars Festival. Dobbiamo quindi abituarci ad utilizzare questi due nuovi nomi, che vanno a prendere il posto dell’European Poker Tour e di quelli che erano in circuiti nazionali gestiti dalla room con la picca rossa. Ma non arrabbiatevi se ci capiterà a volte di usare il termine EPT o IPT. In fondo rappresentano un pezzo di storia, che nessun cambiamento potrà mai cancellare.

Tredici anni di poker, targati EPT, sono tanti. Hanno rappresentato la fase pioneristica di questo magnifico gioco e lo hanno poi portato alla completa maturità. Qui ci sono passati tutti i grandi campioni, ma anche le meteore e quegli “amatori” che da perfetti sognatori hanno inseguito il famoso “Big Shot”.

Ho avuto la fortuna di bloggare alcune tappe dell’EPT dal vivo, le altre di seguirle come redazione. E’ difficile spiegare cosa rappresenta un’EPT. Ma una cosa sono riuscita a capirla. E’ l’università del Poker Live. Se vuoi essere grande, se vuoi entrare nella storia, se vuoi che il tuo nome resti impresso per sempre, allora è il posto giusto. Si perchè ti puoi chiamare Negreanu, Ivey oppure Pincopallino. Ma lo sostanza è sempre la stessa. Alzare quella picca. Conta solo quello. Anche più dei soldi.

EPT Trofei

Mi sarebbe anche piaciuto giocarlo almeno una volta nella vita. E nel 2009 sfiorai di un soffio la qualificazione online per l’EPT Sanremo. Ma alla fine mi sono sempre ritrovato dall’altra parte del tavolo, con un taccuino in mano e una macchina fotografica per immortale momenti unici e scoppi clamorosi. L’ho vissuto da amante del gioco nella sua prima fase di vita l’EPT e poi da “addetto ai lavori” nella sua seconda parte. E vi posso assicurare che sono stati due fasi estremamente belle.

Dopo 13 anni e 115 tappe, mi mancherai caro vecchio EPT, ma son sicuro che il nuovo Champhionsip saprà essere un degno sostituto. In fondo cambiano i nomi, ma la magia e lo spettacolo restano intatti.