lost password?
Sabato, 19.08.2017

Francesco Nguyen vince il WPTN High Roller
am Tuesday, March 11, 2014

E’ cominciato alle 14,30 di ieri pomeriggio di Final Day del € 1.500 WPT Nationa High Roller, con 21 giocatori rimasti delle 105 entries che ha fatto registrare il torneo.

Il montepremi è di quelli “importanti” infatti sono 137.497,50 € i soldi che finiranno, debitamente suddivisi, nelle tasche dei giocatori. Ad inizio giornata il torneo pare prendere la direzione che porta verso una, se non rapida, veloce risoluzione.

Infatti bastano poco meno di quattro ore di gioco per arrivare allo scoppio della bolla, il bubble-man del torneo è il russo Vilen Karimov che, “mette nel mezzo le sue ultime 41.000 chips con :As: :Ah: dopo l’apertura di Simone da utg con :Ks: :Qd: . Il board aiuta fin da subito il bravo e fortunato player italiano. Infatti :7d: :3d: :Qs: danno top pair a Simone e quando al turn arriva :Qc: uno sconsolato Karimov sa già che finirà così, infatti il :6d: al river non cambia le sorti della mano“.

nguyenwin_1Prima di Karimov, però molte altre uscite illustri, prima fra tutti quella di Fabio Scepi seguito di li a poco da Ferdinando Lo Cascio e Dario Sammartino, il pro di PKR.com Simon Hemsworth termina il suo torneo in quattordicesima posizione.

Una volta scoppiata la bolla il primo dei premiati è stato il francese Yves Victor Allague, seguito dal tedesco Ronny Purschwitz, a lungo chipleader nella giornata di ieri che esce con un colpo davvero sfortunatissimo contro il portoghese Jorge Duarte Carvalho “Per nulla fortunato l’epilogo del torneo per il tedesco Ronny Purschwitz, apre da utg+1  a 25.000 con:Ks: :Kd: chiama da big blind Jorge Duarte Carvalho con :8d: :9d: .

Flop :8c: :7h: :Js: check di Carvalho cbet di Purschwitz a 40.000 e call del portoghese.

Turn :8s: Carvalho donkbetta 65.000 e Purschwitz pusha i suoi resti per oltre 350.000 trovando il call del portoghese. River :8h: regala il quads al portoghese, per il tedesco un undicesimo posto e € 3.300 che non lo soddisfano certamente, sopratutto per l’ottimo gioco espresso“.

Con l’uscita del tedesco Purschwitz si compone quindi il tavolo finale a 10 giocatori, e qui l’azione rallenta moltissimo complice anche una struttura che rende il torneo perfettamente giocabile in ogni sua fase.

Ad inizio del tavolo finale il chipleader è Alfonso Simone con 1.2 milioni di chips e, grazie al suo stack impone il suo gioco con frequenti aperture, ma una volta prese le misure è il tedesco Adrian Apmann a rispondere colpo su colpo all’italiano. Lo fa una prima volta dopo un’apertura di Simone da hijack a 41.000 ed il tedesco, dal bottone, mette in mezzo le sue 233.000 inducendo al fold Simone.

Dopo non molto è ancora scontro fra Apmann e Simone “Apre Adrian Apmann a 32.000 da middle position, 3bet di Alfonso Simone a 77.000 da big blind, 4bet-push di Adrian Apmann per 420.000 totali. Alfonso Simone ci pensa anche questa volta e decide di foldare dichiarando :Ah: :Qh: Apmann incassa il piatto e sale oltre quota 500.000“.

Prima della pausa cena è la volta del primo player out del tavolo finale. E’ Enrico Buzzanca, infatti, a lasciare il torneo in 10^ posizione commettento un errore, per sua stessa ammissione, di valutazione “Apre Philipp Kiefel da hijack a 32.000 con :Ac: :10h: push di Enrico Buzzanca da bottone per 123.000 con :Ah: :3h: Kiefel ci pensa e poi decide di chiamare”.

In questa fase del torneo sono i tedeschi Philipp Kiefel e Adrian Apmann a prendere in mano le redini del torneo, interpretando un gioco pressochè perfetto. In particolar modo Apmann che spesso si trova a raisare in steal inducendo ongi volta gli avversari al fold.

Dopo il rientro dalla pausa cena, la prima mano degna di nota vede impegnati Enrico Mosca e Alfonso Simone “ apre a 40.000 da UTG+1, ed Alfonso Simone da hijack 3betta a 95.000, Mosca cerca di far parlare l’avversario con l’intento di caripre qualche tell, e forse ci riesce. Dopo alcuni minuti folda ammettendo di essere sotto, e mostra :Ac: :Qd: , Simone molto sportivamente mostra :Ah: :Kh: “.

Ottima anche la prestazione di Alfonso Simone che più di una volta mette pressione agli avversari, avvalendosi anche della forza data dallo stack imponente come nel caso di questa mano giocata contro il portoghese Vendrell “Apre il portoghese Jose Maria Vendrell da hijack a 40.000, 3bet di Alfonso Simone a 150.000  da cutoff e call del portoghese. Flop :8s: :6d: :2c:. Check del portoghese, Simone esce a 80.000, il portoghese raise a 185.000 e Simone 3betta a 325.000 inducendo al fold l’avversario, Simone mostra :Kd: :9s: “.

Al nono posto termina Pietro Guido, mentre l’ottavo posto è per il tedesco Philipp Kiefel che finisce ai resti preflop con :Qd: :Qs: contro :Kh: :As: di Francesco Nguyen, subito un :Ad: al flop e nient’altro ad aiutare il tedesco.

Settimo posto per il portoghese Jose Maria Vendrell, che rimasto cortissimo sfrutta la sfortuna di Kiefel per scalare un gradino nella tabella dei premi. Sesto posto per il russo Igin Viacheslavche va ai resti al turn con :As: :8d: contro Alfonso Simone che ha :3d: :3h: ed il board recita :Ac: :5d: :4s: :3c: , un :3s: al river completa l’opera e regala il quads a Simone“.

Quinto posto per Adrian Apmannapre a 80.000 da cutoff chiama solo Alfonso Simone da big blind.Flop :9s: :Qh: :Qs: check per i due giocatori. Turn :9d: donkbet di Simone a 145.000 e call di Apmann. River :7s: Simone pusha diretto i suoi resti, Apmann dopo averci pensato chiama convinto un uno split pot, purtroppo per lui Simone mostra :Qd: :8d: , mentre per Apmann un misero :Ah: :2d:“.

Con l’uscita di Jorge Carvalho in quarta posizione si compone il podio che è colorato di azzurro, sono infatti Enrico Mosca, Francesco Nguyen e Alfonso Simone a contendersi trofeo e assegno da 38.197 €.

L’azione in qust’ultima fase tende a rallentare ulteriormente, e Simone che è ancora chipleader riesce a dettare legge anche di fronte a due top players come Mosca e Nguyen.

La svolta avviene quando Simone perde metà del suo stack in questo spot “ Apre Simone a 150.000 da small blind, Nguyen 3betta a 450.000 e Simone 4betta i suoi resti trovando lo snap call di Nguyen che è allin per 1.115.000 chips. Allo showdown Simone mostra :7h: :7c: mentre per Nguyen :Qd: :Qc: Il board :8c: :4c: :Kh: :As: :Jd:. Francesco Nguyen raddoppia così il suo stack portandosi a 2.300.000“.

Da quel momento è Francesco Nguyen a salire in cattedra, prima azzoppa Enrico Mosca quando nasconde benissimo gli Assi e facendo pagare Mosca che con :Ks: :Qs: trova un :Kh: al flop e “paga tutte le strade, e poi lo elimina “Openpusha Mosca le sue ultime 400.000 chips con :Js: :Jh: e trova lo snap call di Francesco Nguyen con :Ad: :3c: , il board purtroppo non è amico del giocatore piemontese, infatti :6d: :Ah: :Qs: :7d: :4s: mettono fine ai giochi di Mosca che chiude in terza posizione“.

Arrivati all’heads-up lo stesso dura solamente tre mani, in quella decisiva “openpusha Simone per 1.300.000 con :Ah: :Js: e trova il call di Nguyen con :Kh: :Ks: . Il board che decreta la vittoria di Francesco Nguyen recita: :10s: :Qs: :Jd: :7c: :3h:.

Per Francesco Nguyen l’ennesimo ottimo risultato, mentre per Enrico Mosca un altro piccolo record, infatti quello del High Roller è stato il suo sesto tavolo finale da inizio anno.

Questo il payout completo dell’evento:

Pos. Player Payout
1 NGUYEN QUOC TRUNG 38.197,00
2 SIMONE ALFONSO 26.400,00
3 MOSCA ENRICO 17.400,00
4 DUARTE CARVALHO JORGE MANUEL 13.000,00
5 APMANN ADRIAN 9.900,00
6 IGIN VIACHESLAV 7.900,00
7 VENDRELL JOSE MARIA 6.300,00
8 KIEFEL PHILIPP 4.900,00
9 GUIDO PIERO 3.900,00
10 BUZZANCA ENRICO 3.300,00
11 PURSCHWITZ RONNY 3.300,00
12 HALLAGUE YVES VICTOR 3.000,00
legga anche questo articolo : dopo 3 mani vince Francesco Nguyen
oppure questo articolo : WPT 101 Bay: Giorgio Medici in testa al day1A