lost password?
Giovedì, 17.08.2017

Greg Raymer dal campionato del mondo allo share deal
am Saturday, January 18, 2014

E’ apparso nei giorni scorsi su TwoplusTwo.com e fin da subito ha innescato discussioni a non finire su tutti i portali di poker mondiali, parliamo del topic di Greg “FossilMan” Raymer che attraverso il forum di poker più famoso al mondo ricerca finanziatori per la stagione 2014.

La cifra non è di poco conto infatti, fra MTT e cash game, la cifra ricercata da FossilMan è di 100.000 dollari, ma cosa spinge un giocatore che negli ultimi dieci anni di carrierà ha vinto qualcosa come sette milioni di dollari (parlando solo di tornei)?

Le motivazioni che hanno spinto Raymer a rivolgersi al forum in cerca di investitori sono molteplici, la prima è sicuramentRaymer6e dettata dall’assenza di uno sponsor e dalla non felice stagione 2013, stagione nella quale ha incassato vincite per soli 31 mila dollari.

Lo Share Deal che Raymer ha proposto ai suoi possibili investitori prevede che le vincite vengano distribuite nella misura del 60% agli investitori (oltre alla quota di buy in versata dall’investitore per l’evento)  ed il 40% a Raymer. Il valore di ogni singola quota è stato fissato da FossilMan a 1000 dollari, per un totale di 80 quote da vendere (20 le terrebbe per se). La moglie, scettica sull’iniziativa presa da FossilMan, ha chiesto a Raymer di non farlo, vista l’alta percentuale (Lei non è un giocatore di poker e non può capirlo, precisa Raymer nel post).

Nel rispondere ad un utente del sito Raymer sostiene che in caso di un bankroll di 200.000 dollari a fine anno, con l’investitore che ne investe 10.000 (10 quote), e quindi con un profitto da 100.000 dollari l’investitore riceverebbe 10.000 dollari dell’investimento più il 10% del 60% destinato agli investitori e quindi ulteriori 6000 dollari.

Le risposte che il topic di Raymer ha generato danno l’impressione che siano in pochi quelli che si fidano dell’ex campione del mondo, ed in molti mettono il punto sull’anti economicità dell’investimento, sopratutto in virtù del fatto che parte del bankroll verrebbe investito in partite cash game dove le vincite sono più difficilmente tracciabili.

Raymer da far suo porta ad esempio gli investitori che credettero in lui nell’anno della vittoria al Main Event delle WSOP, peccato però che i tempi siano cambiati, e che dei 7.333.460 dollari vinti in carriera ben 5 milioni arrivarono proprio da quel braccialetto.

legga anche questo articolo : Treccharichi vince il flip
oppure questo articolo : Cocco mette paura a tutti e sale a 33.000