lost password?
Venerdì, 25.05.2018

Il senatore Mirabelli (PD) vuol fermare la Liquidità Internazionale: chiede interrogazione in parlamento
am mercoledì, ottobre 4, 2017

Un fulmine a ciel sereno che potrebbe avere ricadute pesanti sul progetto delle Liquidità Condivisa Internazionale. A distanza di quattro mesi dalla firma del trattato di Roma per quanto concerne il gioco online condiviso fra Italia, Spagna, Francia e Portogallo, arriva la richiesta del senatore Franco Mirabelli di fermare la procedura. Un’uscita che gela tutti quanti quella del senatore del Partito Democratico che chiede un’interrogazione parlamentare. 

.eu a rischio? 

Quando ormai tutto sembrava filare liscio sulla strada che porta al compimento del lungo e complesso progetto della Liquidità Condivisa Internazionale ecco che il Senatore Mirabelli mette paura a tutti quanti. La sua è una guerra vera e propria, considerando che ha richiesto un’interrogazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Insomma fa sul serio. A suo avviso il progetto del .eu non farebbe altro che alimentare il riciclaggio di denaro sporco allargando il problema a livello internazionale. Non solo ma sempre secondo il Senatore questo progetto andrebbe contro al percorso intrapreso dal governo che sta limitando il gioco d’azzardo in Italia. 

Franco Mirabelli

Una presa di posizione che onestamente lascia perplessi. Sia per la tempistica (ad un passo dalla realizzazione del progetto) e sia per le motivazioni. Infatti ancor prima della firma del trattato dello scorso luglio i quattro paesi coinvolti si sono impegnati a definire un protocollo di intesa proprio per evitare il possibile riciclaggio di denaro sporco. Ma Mirabelli sostiene anche che  l’apertura alla liquidità internazionale sul poker online non è prevista né quindi tanto meno imposta da alcuna fonte normativa in Italia. Parole pesanti e che potrebbe minare per sempre la realizzazione della Liquidità Condivisa almeno per l’Italia.