lost password?
Domenica, 23.04.2017

IPT Sanremo: Riccardo Lacchinelli è trionfo da urlo
am martedì, settembre 9, 2014
Riccardo Lacchinelli

Foto by Pokernews.it

Finalmente c’è riuscito. Riccardo Lacchinelli al terzo tavolo finale in carriera all’Italian Poker Tour finalmente porta a casa la picca e un assegno da 69.500 euro (dopo un deal in heads up). Ci era andato vicino nel dicembre del 2010 sempre a Sanremo terminando runner up e solo pochi mesi fa a S. Vincent nell’ultimo atto della quinta stagione, era stato eliminato al nono posto in uno scontro con Drammis che fece parecchio discutere. E’ giunta l’ora della rivincita e della consacrazione meritata per il “Funambolo” un giocatore amato e rispettato da tutti. Niente da fare per Michel Segui secondo classificato.

Giornata dalle tinte forti in terra ligure, con otto giocatori alla ricerca della vittoria. Davanti a tutti partiva manco a dirlo lo stesso Lacchinelli, con due pezzi da novanta come Perati e Savinelli in condizioni di short stack ma pur sempre pericolosi. Questo il count allo scoccare dello shuffle up alle 14.00.

Pos  Cognome Nome Naz. Stack
1 Di Stasio Giuseppe flag 562.000
2 Reich Peppino Alessandro flag 333.000
3 Segui Michel flag 2.166.000
4 Perati Muhamet flag 386.000
5 Illiano Antonio flag 1.124.000
6 Massullo Roberto flag 658.000
7 Lacchinelli Riccardo flag 2.193.000
8 Savinelli Carlo flag 430.000

Pronti via e dopo una piccola fase di studio dove lo svizzero Alessandro Reich folda un paio di mani abbastanza opinabili, giunge il momento dei saluti all’ottavo posto, proprio per il player elvetico. :Ac: :4c: non basta contro :Ad: :Qh: di Roberto Masullo e il board sancisce quindi il primo out di questo tavolo finale. Poco dopo spetta a “Mister IPO” alias Carlo Savinelli dire addio ai sogni di gloria. Carlo attende invano la mano giusta per tentare il colpo di reni e dunque è costretto ad affidarsi a una guerra di bui per capovolgere la situazione. Da small ci prova con A3 ma dal grande buio c’è il call di Lacchinelli con Q6. Il flop :Qd: :Kc: :Qs: toglie ogni dubbio e al player di Maddaloni non resta che avviarsi alle casse.

Un altro possibile protagonista come Mario Perati è costretto ad arrendersi al sesto posto. Ancora una volta è decisiva una bvb, con il francese Segui che apre da small, per poi snappare con QQ il push di “SuperMario” dal big con 8-6 per 560.000 gettoni. Un :6c: al flop lascia qualche flebile speranza, destinata però a spegnersi dopo turn e river nulli. Quinta piazza per Antonio Illiano, il quale apre da bottone con KQ e dal big riceve per l’ennesima volta l’allin di uno scatenato Lacchinelli con AK. Antonio chiama per poco più di 800 mila chips senza tutta via trovare aiuti lungo le cinque strade.

La medaglia di legno è suo malgrado tutta per Giuseppe Di Stasio che sul board :Qh: :4d: :10s: :5s: muove allin con A9 per 570.000 fiches e subisce il call di Segui con KJ per il draw di scala.Un amaro :Ks: al river consegna la vittoria al transalpino. Rimasti in tre è ancora Segui a prendersi le luci della ribalta, relegando sul gradino più basso del podio Roberto Masullo. Sul flop :Ac: :Js: :3s: l’azzurro muove allin con AK e il francese chiama con :Jc: :10c: . Turn e river portano in dote non uno ma ben due dieci che consegnano il full a Michel.

Inizia quindi il testa a testa finale, fra un lanciatissimo Michel Segui e un Riccardo Lacchinelli deciso ad abbattere il suo personale tabù con l’IPT. Il francese parte in vantaggio di chips, ma il “Funambolo” con esperienza prima riduce il gap, poi sorpassa e infine chiude i conti. Sul board :Js: :7s: :Jc: :Qh: i due vanni ai resti con Segui che mostra :Qc: :3s: e Lacchinelli :Jd: :3d: . Un :6h: al river decreta campione uno straordinario Riccardo Lacchinelli che si prende la picca e ben 69.500 euro di premio.

Prossima fermata fra poco più di un mese a Nova Gorica per la sesta tappa. Di seguito il payout ufficiale del tavolo finale.

1° Riccardo Lacchinelli, 69.500€
2° Michel Segui, 60.500
3° Roberto Masullo, 32.000€
4° Giuseppe Di Stasio, 25.000€
5° Antonio Illiano, 20.000€
6° Muhamet Perati, 15.000€
7° Carlo Savinelli, 11.000€
8° Peppino Alessandro Reich, 8.770€