lost password?
Domenica, 28.05.2017

ISOP DEX Special Vegas: vince Roberto Ricciotti
am Wednesday, June 18, 2014

Si è conclusa nel week-end la tappa speciale delle ISOP DEX. Lo Special Vegas attira 296 giocatori a Nova Gorica e nella poker room del hit hotel & casinò Perla consegna ulteriori 4 pacchetti per i mondiali di poker in corso a Las Vegas, facendo così salire a 12 unità l’Italian Poker Team che tra qualche giorno andrà a difendere i colori azzurri nella città del peccato.

Final Table ISOP DEX Special VegasPartiamo però per ordine. L’ultimo appuntamento per aggiudicarsi un pacchetto per i mondiali di poker in corso a Las Vegas era lo speciale ISOP DEep Experience Special Vegas. Il torneo, organizzato dal 12 al 16 giugno al Perla di Nova Gorica, suddiviso in 3 day 1, ha attirato nella località slovena ben 296 players. Rispettivamente gli entries sono stati 92 al day 1A, 115 al day 1B e 89 al day 1C ed hanno permesso, pagando il buy-in di 300€, di far lievitare il montepremi sino a 72.168€ oltre ai due pacchetti garantiti in palio.

I vari day 1 dimezzano il field, si passa infatti da 296 iscritti a 153 player left alla fine delle rispettive giornate. Players che poi si sono uniti al day 2 andato in scena sabato 14 giugno e che, nel corso di una vera maratona pokeristica a detta dei presenti, termina  dopo lo scoppio della bolla, posta a quota 30 player left e, a 12 ore dallo shuffle up and deal, con ancora solamente 19 giocatori in cerca della prima moneta e soprattutto dei pacchetti per Las Vegas. Al comando del chipcount a questo punto del torneo c’è Mario Antonio Albenese, volto noto nel panorama pokeritstico mondiale, che riesce a partire in vantaggio nella penultima giornata di gara.

Nelle 12 ore trascorse al day 2 si infrangono i sogni di molti, tra questi Roberato Roberti, Svetlana Kiseleva, Fortunato Festa, Stefano Mura, Davide Ciccarelli, Tiziano Fasan, Enrico Buzzanca, Mauro Sussan, Angela Teresa Carmosino, Eddy Sebastianutti, Giovanni Iaquinandi, Roberto Godina, Fernando Du Chene De Vere, Luciano Prevedello Delli Santi, Cristina Pavia, Piazza Wanny, Paolo Smeriglio, Antonio Scalzi, Gianluca Sardella, Roberto Musu e Mara Alescio solo per citare una minima parte dei fedeli alle manifestazioni marchiate ISOP.

Coloro che pensavano di aver vissuto una maratona al day 2, ancora non sospettavano cosa li attendeva per l’ultimo giorno di gara. Sedutisi nel primo pomeriggio in 19, solamente quando il sole è spuntato nuovamente si sono alzati e sono andati a festeggiare. Dei 19 di inizio final day, che ricordiamo sono già tutti a premio, ci sono diversi volti noti ma per alcuni di loro la giornata è amara. Sulla strada che conduce al final table, ai pacchetti per i mondiali di poker ed ai premi più succosi, escono Riccardo Mazzitelli 12°,  il campione italiano Omaha 2014 Paolo Della Penna 11° e successivamente, dal tavolo finale allargato, Carlo Savinelli in decima posizione.

Roberto Ricciotti

Michael Duce esce in nona posizione e questo premete a tutti di assistere allo spettacolo. Si passa al final table in diretta streaming e a carte scoperte, qui è Matteo Primiano ad iniziare in testa al chipcount. Il gioco sotto i riflettori si fa più attento, grazie alla struttura che permette di valutare mossa dopo mossa, serve più di un’ora prima di arrivare alla prima eliminazione, ottavo termina il suo torneo Simone Bardelli. Successivamente è la volta di Pierangelo Pivato 7°, Tomislav Ojurovic 6° e Giuseppe Fiorello 5°.

Rimasti in quattro i giocatori trovano un accordo a tutti vantaggioso. Dividono il montepremi in modo che i pacchetti per Las Vegas diventano 4, questo però no spegne gli ardori dei giocatori che continuano a darsele di santa ragione. Il primo a cadere in questo frangente è il chipleader di inizio giornata, Mario Antonio Albanese, e successivamente è la volta di David Bravin, entrambi eliminati da Primiano che si porta così a pari stack con Ricciotti all’HU.

Il testa testa finale fra Matteo Primiano e Roberto Ricciotti inizia con gli stack che sono praticamente appaiati am ci vuole poco perché Roberto dia la zampata decisiva e metta la parola fine a questa manifestazione.

Come detto più volte detto però, la nota più positiva della manifestazione è che dai due pacchetti garantiti per i mondiali di poker a Las Vegas, grazie ad un deal tra i giocatori si è riusciti ad arrivare a ben quattro e dunque quest’anno l’Italian Poker Team 2014 sarà rappresentato da 12 giocatori ai quali si uniranno alcuni “friends”. Oltre ai già citati Ricciotti e Priminano, infatti, si sono conquistati un biglietto per gli U.S.A anche David Bravin e Mario Antonio Albanese, rispettivamente terzo e quarto classificato.