lost password?
Sabato, 19.08.2017

Nader Sarhan una vittoria dal sapore egizio
am Wednesday, January 15, 2014

Si chiama Nader Sarhan il primo vincitore del Mini IPT  della sesta stagione. Nome e cognome egiziano, per lui nato in italia nel 1992 e residente a Ostia. Segno dei tempi che cambiano, segno dell’integrazione delle nuove generazioni. Lo senti parlare e il suo accento romano ti conquista. Lingua tagliente, battuta pronta e personalità da vendere. Potremmo definirlo lo “Stephan El Shaarawy” del poker e non solo per le origini egiziane che li accomuna. Sono nati lo stesso anno e hanno lo stesso look. Anche se il cuore di Nader è giallorosso, come i colori della “magica”.  Sarhan festeggia

Questo il ritratto del fresco vincitore, che pochi minuti dopo la storica vittoria si apre davanti a nostri taccuini.

Come ti senti adesso con una picca in mano ?

L’emozione è grande. Non sto nella pelle. Negli ultimi minuti ho ricevuto un boato di telefonate. Mi sembra d’essere il presidente della Repubblica. Scherzi a parte è difficile ancora rendersi conto di quello che ho fatto. Ci vorrà ancora qualche giorno. Ma sono estremamente felice. 

Al quarto tentativo ci sei riuscito a far tuo il Mini IPT. Chi la dura la vince ?

E si. Nella passata stagione ne ho giocati tre, facendo ITM nella tappa di Sanremo. Un sogno che si avvera e finalmente questa picca la porto a casa con me. 

Quanto è stata dura arrivare in fondo ?

Tanto. Perché quattro giorni di gioco sono infiniti e le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo. Nei tre precedenti Mini IPT che ho giocato, avevo sempre chiuso il day1 nella top ten e poi solo una volta ho raggiunto i premi. Questa volta per fortuna è andata in maniera differente. 

C’è stato un momento in cui hai avuto paura di non farcela ?

Ripeto le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo, però oggi ho avuto davvero paura. Quando eravamo rimasti in tre ed ero ultimo nel chip count non credevo di poter compiere la rimonta. E invece ho tenuto botta e piano piano ho ridotto il gap. 

Tu e lo sloveno Rudolf non solo vi siete solo battagliati a suon di allin, ma anche a parole ? Sarhan picca

Diciamo che ha fatto di tutto per innervosirmi. Un atteggiamento particolarmente fastidioso. Non potevo starmene zitto a subire tutte quelle frasi. Poi ci ha pensato il gioco a fare giustizia. 

Da quanto tempo giochi a texas hold’em? 

Da circa due anni. Lavoro come dealer al Cotton Club di Roma e alterno il lavoro a qualche torneo. Diciamo che stare da entrambe le parti del tavolo, aiuta e non poco nella crescita del gioco e del giocatore. 

A chi dedichi questo successo ?

Alla mia fidanzata Brigitte, al Cotton Club, a Fabio, Luchino e a tutti i dealer con cui lavoro ogni giorno. Questa vittoria è per  loro. 

Adesso lo possiamo dire. Quelli di Pokerfirma.it portano fortuna? 

Eh si adesso possiamo confermarlo (ride ndr). Un saluto a tutti gli amici di Pokerfirma.it. 

legga anche questo articolo : MIni IPT, a Nova Gorica vince Sarhan Nader
oppure questo articolo : Alle 14:00 lo start del day 1A dell’IPT