lost password?
Martedì, 22.08.2017

Phil Ivey denunciato per frode dal Borgata Hotel Casino
am Saturday, April 12, 2014

Brutto colpo per il fortissimo giocatore di poker Phil Ivey che è stato citato da Marina District Development, LLC, società madre del Borgata Hotel Casino & Spa di Atlantic City, per violazione del regolamento del casinò, estorsione di denaro, presunta collusion, appropriazione indebita, frode, riciclaggio e associazione a delinquere.

phil-ivey-1Il tutto risale, come riportato dal New Jersey Law Journal, al 2012, quando Phil Ivey ha vinto 9,6 milioni dollari giocando a Baccarat. Si presume abbia approfittato di schede difettose che gli hanno permesso di vincere  2,4 milioni dollari l’ 11 aprile, 1,6 milioni di dollari in due sessioni all’inizio di maggio e 4,8 milioni di dollari il 26 luglio. Fondi poi trasferiti sul suo conto personale in Messico.

Phil Ivey è, come detto, accusato di violazione del contratto con il casinò, frode, inganno, appropriazione indebita e collusion. Assieme a lui, infatti, sono stati citati a giudizio sia Cheng Yin Sun, sua compagna e complice nelle varie sessioni incriminate e l’azienda che produce le carte, la Gemaco Inc.

I Fatti – Il poker pro nel mese di aprile 2012 si reca al Casino di New Jersey e chiede, ottenendo, un tavolo privato high stake di Baccarat dove lui e Cheng Yin Sun si siedono. Ivey raggiunge un accordo che gli permette di giocare sino a 50.000 dollari a mano e oltre a questo, Phil Ivey chiede ed ottiene che le carte distribuite vengano collocate in un determinato modo sul tavolo. Questo, grazie ad un errore di fabbrica nella produzione delle carte e di cui Phil sarebbe a conoscenza, gli permette di decifrare le carte. Il vantaggio diventa enorme in quanto essendo in possesso di informazioni che dovrebbero rimanere celate, e grazie alla collaborazione della donna sua complice, Phil gioca quasi a carte scoperte contro il banco e riesce a pilotare l’andamento del tavolo traendone il profit di 9,6 milioni di dollari sopra citati.

In ottobre 2012 Ivey torna al Borgata chiedendo di giocare ancora una volta sempre con le medesime necessità, ma la direzione del casinò gli rifiuta tale possibilità a causa dell’azione legale intrapresa dal Mayfair Crockfords Club di Londra. Li, il professionista di poker e la sua complice, in sole due serate avevano vinto 7.800.000 £ e la cosa aveva insospettito la casa da gioco che si era rifiutata di pagargli la vincita ma, utilizzando il pretesto che la sua compagna fosse bandita da un casinò della stessa compagnia, gli ha reso solo le puntate effettuate.

Nel caso del Mayfair Crockfords Club di Londra fu Ivey a schierare i suoi legali per avere la cifra che, secondo lui, fu vinta in maniera regolare. In questo caso, è il Borgata a citare il forte giocatore che, se il tutto sarà accertato e per lui arriverà una condanna, potrebbe avere durissime ripercussioni sulla sua carriera.

legga anche questo articolo : 888 Poker: chipcount e redraw day 2
oppure questo articolo : WPT Seminole: Day1B da 542 ingressi