lost password?
Mercoledì, 18.10.2017

Poker business: i fondatori di Party Gaming vendono le loro quote azionarie
am Saturday, November 2, 2013

Il processo di concessione delle licenze nello stato federale americano del New Jersey hanno recentemente preso una piega interessante.  Con questo colpo di scema le possibilità di bwin.party digital entertainment di ottenere una licenza made in USA salgono vertiginosamente: i cofondatori di PartyGaming Ruth Parasol DeLeon e Russell DeLeon cedono le proprie azioni.

Ruth Parasol DeLeonAttraverso un comunicato stampa bwin.party rende noto, che quasi 17 milioni di azioni, attualmente in possesso di Russell DeLeon e Ruth Parasol DeLeon (Foto), verranno vendute. La ragione di questa decisione è la richiesta di licenza che bwin.party ha presentato negli USA.

Le regole della New Jersey Division of Gaming Enforcement (DGE) prevedono che i grandi azionisti devono vendere i propri pacchetti azionari o partecipare al bando per una licenza di gaming non come entità giuridica ma come persona fisica. Le azioni saranno vendute entro i prossimi 36 mesi, anche se Parasol e DeLeon hanno a disposizione solo 2 anni. Se non dovessero riuscire a vendere tutte le quote bwin.party subentrerebbe nella transazione.

Ruth Parasol (46) appartiene alla cerchia ristretta di soci che nel 1997 fondò Party Gaming. Nel 2001 James DeLeon (48) entra a far parte degli azionisti, i due si sposeranno due anni dopo ed hanno insieme tre figli. Ora i due si stanno separando, entrambi possidono a testa il 7,16% del pacchetto azionario dell’azienda.

Non è ancora chiaro se bwin.party riceverà una licenza in New Jersey, tuttavia la fuoriuscita dei soci che avevano abbandonato gli USA nell’ambito della UIGEA, e che avevano violato il Wire Act a causa della raccolta di scommesse sportive sicuramente gioverà alla causa.