lost password?
Venerdì, 20.10.2017

T.V.G. Meneghelli, Pillon e Viali sono i primi a volare al Las Vegas
am Wednesday, April 30, 2014

Scrivere il resoconto del The Venetian Game WSOP edition potrebbe sembrare cosa semplice, ma così in realtà non è. Bisognerebbe raccontare di 5 giorni di evento che ha visto 779 entries totali sedersi ai tavoli con un’unico obbiettivo nel mirino. E l’obbiettivo poteva essere sicuramente il montepremi garantito, 50 mila euro a fronte di un buy in esiguo come quello del Main Event fa gola a tanti, ma l’obbiettivo principale erano i tre ticket per il Main Event delle WSOP 2014 riservati ai players che si sarebbero insediati sul podio dell’evento.

Per rincorrere questo “sogno” chiamato Las Vegas sono accorsi davvero in tanti e molti erano i volti noti Luca Falaschi, Giovanni “giannino kart” Salvatore, Riccardo Lacchinelli, Paolo Giovanetti, Emiliano Bono, Giorgio Silvestrin, Cristian Viali, Antonio Scalzi, Luigi Pignataro, Roby Begni, Michele Sigoli ed i temibili grinder dell’online Luca Stevanato, Nicola Cappellesso, Emanuele Di Domenico, Roberto Zanellato, Francesco Marotta sono alcuni dei nomi che hanno partecipato a questa edizone speciale del The Venetian Game.

Cà Noghera per 5 giorni si è animata di players variopinti, tutti con la testa rivolta all’evento più importante dell’intero panorama pokeristico mondiale, le WSOP, ed a quel Main Event che quest’anno garantisce al vincitore lo stratosferico premio da 10milioni di dollari.

tkt_1Grazie a Tilt Events questo sogno da Lunedi sera in tre possono già cominciare a coltivarlo, Nicola Andrea Meneghelli, Alessio Pillon e Cristian Viali hanno già in tasca il ticket da 10 mila dollari e sono pronti a volare nella città del peccato con la speranza di poter piantare anche solo una “bandierina” che significa in the money e da quel momento poter sognare in grande, magari immaginandosi fra i November Nine, sognare in fin dei conti non costa nulla.

La giornata conclusiva vedeva 23 giocatori schierati e ad avvio giornata la prima vittima è Alice SelminApre Alec Dallan a 200.000 con :10c: :10d: , 3bet-pusha per 595.000 con :Ah: :Ks: il board è bianco ed Alice esce in 23^

Anche Nicola Cappellesso lascia il torneo troppo presto, a lungo chipleader durante il Day2 ha interpretato la giornata di gioco in maniera perfetta facendo valere l’aggressività propria del giovani grinder online e purtroppo il final day non è stato affatto benevolo con lui “Apre da utg a 120.000, flatta Cristian Viali. Flop :Kd: :6s: :Qh: check di Cappellesso, donkbet di Viali a 150.000 push diretto di Cappellesso per 900.000 e Viali snap-calla. Allo showdown Nicola Cappellesso mostra :Kx: :9x: mentre per Cristian Viali :Ac: :Ad: nasconti in maniera magistrale. Turn :8d: e river :Qc: non cambiano le sorti della mano”.a

Alti e bassi ha vissuto, durante tutto il final day, Francesco Marotta prima perde un pot contro il cinese Weng ” Apre Francesco Marotta da cutoff a 200.000, da big blind Xiaokai Weng pusha per 1.6 milioni, trovando il call di Marotta. Allo showdown Marotta mostra :Ah: :Qh: , mentre per il cinese Weng :Ks: :9d: Il board :6d: :2c: :2s: :6h: ed un provvidenziale (per il cinese) :Kh: che fa sprofondare Marotta a quota 705.000” dopo la chiusura della mano Marotta si lascia andare ad un breve momento di sfogo (la posta in palio era alta e la trance agonistica a volte gioca brutti scherzi), ma dura poco il momento di sconforto. Infatti trova immediatamente il raddoppio sempre contro il cinese Weng e riesce così ad approdare al final table.

Il ruolo di bubble man del final table spetta a Emanuele “Nikking666” Di Domenico che va ai resti preflop con una coppia di 8, prontamente chiamato da Alessio Pillon che invece ha una coppia di Kappa.

Final day da incorniciare quelo di Alessio Pillon che arriva al final table da chipleader, complice anche la fortuna “Openpusha Claudio Cannavà con :Jh: :Jc: repusha Stefano Bellamoli con :Ah: :Kd: e chiama Alessio Pillon con :As: :Qh:. Il board :7s: :8d: :3d: :4h: sembra non rappresentare un pericolo per Cannavà che assapora il tripleup, ma una magica :Qd: al river regala il pot ad Alessio Pillon che si prende di forza la testa del chipcount con 4.880.000 chips“.

tkt_6

Il primo degli eliminati al final table è Giuseppe Occulto che esce in 10^ posizione “Openpusha da utg Francesco Marotta, chiama solo Giuseppe Occulot da bottone per un totale di 700.000. Allo showdown Marotta :Ah: :Kh: per Occulto :As: :Jc: . Il board :5h: :8h: :2d: :Kd: :3s:“.

Poco dopo l’uscita di Occulto è la volta di Pierfrancesco Sabatino che termina 9° “Openpusha per 195.000 da bottone, chiama Giovanni Deriu da small blind e chiama anche Xiaokai Weng da big blind. Flop :8s: :9c: :9h:. Check per i due giocatori. Turn :Jd:. Ancora check per i due giocatori. River :5h: Deriu esce a 120.000 e Weng paga.Allo showdown Di Sabatino :Ah: :4c: Weng :Kd: :8d: mentre per Deriu :6c: :7c: che gli consentono di portare a casa il piatto“.

In ottava posizione si classifica Giovanni Deriu “Openpusha le ultime 390.000 con :Kh: :10c: e trova Weng che si isola a 1 milione con :Ah: :Ad: . Board :Jc: :Js: :3h: :Qd: :Kc:“.

Esce in settima posizione il chipleader del Day1A Giuliano De Mio, grazie ad un bluff non riuscito, “Perde quasi tutto lo stack in una mano contro Nicola Meneghelli quando su flop :Qx: :5x: :Qx: pusha i suoi resti con :Ax: :10x: ,ma trova l’avversario con :Qx: :10x: , rimane con due bui ed esce di scena la mano successiva“.

tkt_4

Da questo momento la chiplead cambia di mano e passa nelle mani di Nicola Andrea Meneghelli, che non la lascerà più.

Sesto posto, invece, per il chipleader del Day1C Francesco MarottaOpenpusha da bottone con :Kd: :9h: Francesco Marotta per 1.800.000, e trova il call dal big blind di Xiaokai Weng con :Ac: :5c: . Il board :6h: :Jd: :3s: :10s: :8s:“.

Quinto invece è Alec DallanApre a 550.000 il chipleader Meneghelli da utg, flatta Dallan da big blind. Flop :Qc: :Qs: :6s: . Check per i due giocatori. Turn :4d: Esce a 500.000 Dallan e chiama Meneghelli. River :4h: Push di  Dallan e call di Meneghelli. Allo showdown Meneghelli mostra :Kh: :Qd: mentre per Dallan :6h: :7s: “.

A Xiaokai Weng il ticket per il Main Event WSOP scappa di mano all’ultimo momento, termina infatti in quarta posizione scontrandosi contro Nicola Meneghelli dovendosi accontentare di un premio da 6.500 euro.

Il podio si compone nel breve volgere di poche mani, in terza posizione chiude Cristian Viali, secondo Alessio Pillon e primo Nicola Andrea Meneghelli che oltre al ticket da 10.000 dollari intasca anche un lauto assegno da 20.025 euro (il tutto con 200 euro di buy in).

tkt_5

Ora, una volta archiviato il The Venetian Game è ora di pensare alla prossima Tilt Poker Cup che si disputerà dal prossimo 23 Maggio sempre al casinò di Cà Noghera e metterà in palio 3 ticket (dal montepremi) e 4 ticket added, uno sforzo economico notevole, quest’ultimo, per Tilt Events, ma se i numeri visti lo scorso fine settimana sono stati incredibili, per la  Tilt Poker Cup ci sarà da aspettarsi un fiume di giocatori tutti accomunati dallo stesso sogno, sedersi ai tavoli del Main Event WSOP.

Fino a due mesi fa era un sogno destinato a “pochi” (coloro che potevano pagarselo), da oggi grazie all’intraprendenza dei fratelli Ruscalla, di Alessandro Piersigilli e del Casinò di Venezia ora è possibile “sognare” anche solo con 200 euro.

YouTube Preview Image

Il payout del tavolo finale:

  1. Nicola Meneghelli – 20.025 € + Ticket Main Event WSOP
  2. Alessio Pillon – 14.000 € + Ticket Main Event WSOP
  3. Cristian Viali – 9.500 € + Ticket Main Event WSOP
  4. Weng Xiaokai – 6.500 € + Ticket Tilt Poker Cup
  5. Alec Dallan – 4.600 € + Ticket Tilt Poker Cup
  6. Francesco Marotta – 3.400 € + Ticket Tilt Poker Cup
  7. Giuliano De Mio – 2.600 € + Ticket Tilt Poker Cup
  8. Giovanni Deriu – 2.100 € + Ticket Tilt Poker Cup
  9. Pierfrancesco Di Sabatino – 1.750 € + Ticket Tilt Poker Cup
  10. Giuseppe Occulto – 1.450 € + Ticket Tilt Poker Cup
legga anche questo articolo : Gerace: 3!
oppure questo articolo : Level Up