lost password?
Domenica, 19.11.2017

The Game Championship nel nome di Fabio Scepi
am Monday, December 23, 2013

Termina all’Hit Hotel e Casinò Perla di Nova Gorica la seconda tappa del The Game Championship, manifestazione pokersistica di successo organizzata da Raffaele Maria De Nicola, dopo due ore di 3 handed a trionfare è Fabio Scepi su Giustiniano Bussola e Mujadini Sajnoski.

premiazioni the gameSi chiude alla grande l’anno di Fabio Scepi. Il Key Account manager della Juego, dopo aver rappresentato la stessa Juego per tutta la stagione, dopo aver vinto la leaderbord generale della Juego Cup 2013, si impone in questa seconda tappa del The Game Championship andato in scena in questo week-end al casinò Perla di Nova Gorica alzando il trofeo quale miglior giocatore, lasciandosi alle spalle ben 150 players.

La giornata inizia con 79 partecipanti provenienti dai 3 day 1, l’ultimo di questi chiuso a tarda notte che ci ha consegnato il chipcount definitivo che vedeva in testa Mauro Monferà.

La giornata si prospetta lunga ed intensa, visto che la fine si avrà solamente alla proclamazione del vincitore, i livelli diventano da 40 minuti abbandonando i 30 avuti nei vari day 1. Con i livelli più lunghi naturalmente la struttura resta giocabile più a lungo, ma nonostante questo alla fine bisogna pure arrivare. Per forza di cose quindi servono le eliminazioni e si comincia con Fortunato Festa che, dopo aver vinto il side iniziale, dopo essere stato il primo out nel day 1 A, è il primo out anche in questo day 2. Un week-end da primato per lui. Dopo Festa le eliminazioni si susseguono tra cooler e colpi scritti, uno di questi è quello capitato a Stefano Francescon che commenta così la sua eliminazione:

“Pusho dopo apertura da BTN con AK , trovo solo gli assi sul piccolo buio…

Poco dopo Francescon è il momento di Stefano Mura, anche per la sua eliminazione utilizziamo la sua dichiarazione:

Flippone preflop, avevo circa 50bb, io :Ac: :Kc: , lui :Qs: :Qh: , :Ks: a faccetta, poi :Qc: !!”

Mentre i giocatori escono alla spicciolata, Raffaele Maria De Nicola, l’organizzatore della manifestazione, da il meglio di se. Prima elimina Alessandro Monticciolo e poi si sbarazza anche di Vincenzo Di Martino volando con 350.000 chips al terzo posto del chip count quando i players in corsa per le 16 posizioni a premio sono ancora 29.

Avviene tutto preflop, :Ah: :Ac: da button per Raffaele e :As: :Kh: per Vincenzo Di Martino sui bui, inevitabilmente i due playrs finiscono ai resti e inevitabilmente di Martino esce di scena

Mentre Raffaele arriva al terzo posto del chip count al comando c’è Cristiano Valoppi seguito da Alessandro Scermino che stanno vivendo un’ottima giornata ed hanno indirizzato il loro torneo nel migliore dei modi. Questo almeno sino alla seconda pausa di giornata quando, rimasti in 24, al vertice si porta Giuseppe Agosta. Alla fine si dimostreranno però tutti fuochi di paglia. Dopo la pausa cena,  il torneo entra veramente nelle fasi che contano. Prima di tutte la fase della bolla che, dopo un po’ di battaglie e suspance, viene salvata portando gli ITM da 16 a 17. A ringraziare di questo è proprio Alessandro Scermino che si piazza al diciassettesimo posto, Nunzio Laganà occupa alla fine la sedicesima posizione finale, Cristiano Valotti la quattordicesima, Marcello Montagner la dodicesima e l’uomo bolla del final table a 9 è proprio Raffaele Maria De Nicola.

Il final table, a cui ci arriva Fabo Scepi e ne prende da subito il comando, corre via veloce attraverso le eliminazioni di Walter Coan, Martin Imunovic, Giuseppe Agosta, Alessandro Nannini, Claudio Cannavà e Giuseppe Occulto che giunge a questo torneo spendendo il minimo indispensabile. Occulto infatti non paga nemmeno il buy-in di 200€  ma si qualifica attraverso il free-roll organizzato in loco nei giorni scorsi, non ha bisogno di fare re-entry e si accontenta del proprio stack a fine day 1 senza andare a cercare di migliorarsi, senza quindi sfruttare nemmeno la possibilità di stack choice.

Giuseppe Occulto occupa la quarta posizione finale, con la sua eliminazione il gioco entra in un equilibrio tale da portare i 3 giocatori ancora in lotta, Fabio Scepi, Giustiniano Bussola e Sajnoski Mujadini ad optare per un deal in base alle chips per decidere il vincitore della tappa. A conteggi fatti il trionfatore risulta essere Fabio Scepi che orgoglioso può alzare il trofeo del vincitore, alle sue spalle Bussola e solo al terzo posto Mujadini, via via tutti gli altri come riportato nella tabella sottostante.

Posizione Cognome Nome
 1 Scepi Fabio
 2 Bussola Giustiniano
 3 Mujadini Sajnoski
 4 Occulto Giuseppe
 5 Cannavà Claudio
 6 Nannini Alessandro
 7 Agosta Giuseppe
 8 Imunovic Martin
 9 Coan Walter
10 De Nicola Raffaele Maria
11 Giacobbi Ivano
12 Montagner Marcello
13 Contebillo Davide
14 Valoppi Cristiano
15 Facchinetti Alessandro
16 Laganà Massimo Nunzio
17 Scermino Alessandro
legga anche questo articolo : Daniel Negreanu quattro volte Player of the Year
oppure questo articolo : WPTn UK: E’ l’ora del final table