lost password?
Lunedì, 21.08.2017

WPT Caribbean: Fundarò al Final Table
am Sunday, November 24, 2013

wpt-champions-cup[1]Bastano solamente un paio d’ore di gioco per aprire e chiudere la giornata pokeristica. Partono in 11 nel day 3 del World Poker Tour Caribbean, giornata interlocutoria dove i giocatori sono già tutti a premio e devono lottare per accaparrarsi una delle sei postazioni utili che formano il final table, alla definizione del quale, la giornata sarà sospesa e tutto rimandato alla mattina successiva e ai riflettori del tavolo televisivo.

In questa rincorsa al final table si parte con due tavoli attivi, grazie a questo arriva subito l’out di Thomas Lavino, in undicesima posizione per mano di Tony Dunst, e, a ruota, l’out di Ebony Kenney che nulla può contro Marvin Rettenmaier. Con queste due eliminazioni nel primo livello odierno si giunge al primo stravolgimento della giornata, dove, con la formazione del tavolo finale da 9, gli equilibri cambiano e la strategia deve essere modificata di conseguenza. Le prime 20 mani del tavolo a 9 players sono di studio e melina, poi arriva la prima eliminazione, quella di James Joyner che sempre contro Rettenmaier termina il torneo in nona posizione. Siamo ancora nel primo livello di giornata e già è successo di tutto, la gara è veloce e le emozioni si susseguono rapidamente, cambia il livello, entriamo nel 21esimo ed arriva l’out di Bobby Obbodi in ottava posizione, è Robert Bakker il suo carnefice che quasi in sordina si conquista uno stack di tutto rispetto che gli permette di assistere con “tranquillità” ai minuti successivi quando Jean-Nicolas Fortin si scontra con Tony Dunst, esce in 7 posizione e ci consegna il final table che vede, fra gli ultimi 6, anche il nostro Giacomo Fundarò che, grazie ad una giornata di controllo, centra il primo grande traguardo di questa tappa del World Poker Tour e domattina alle 10:00, ora locale, cercherà di bissare il successo del novembre scorso ottenuto al WPT Marocco.

Giacomo Fundaro'

Non sarà sicuramente una giornata facile quella di Fundarò, infatti sulla strada della vittoria ci sono Marvin Rettenmaier, di cui abbiamo già parlato in abbondanza e a cui non servono presentazioni, Tony Dunst, che dopo un final table ad aprile 2012 nel WPT di Jacksoville cerca la sua prima vittoria in questa manifestazione, Severin Schleser, con meno esperienza ma con stack che può fare la differenza, Robbie Bakker e Zoltan Purak, forse gli outsider del final table ma di cui è meglio non fidarsi troppo.

Vediamo quindi, quando si accenderanno i riflettori sul FT, quali saranno posizioni e stack:

Seat Player stack BB Nazionalità
1 Tony Dunst 1.418.000 118 Stati Uniti
2 Giacomo Fundarò 458.000 38 Italia
3 Zoltan Purak 324.000 27 Ungheria
4 Marvin Rettenmaier 1.046.000 87 Germania
5 Robbie Bakker 1.069.000 89 Olanda
6 Severin Schleser 1.416.000 118 Austria