lost password?
Martedì, 28.03.2017
wsop
WSOP Evento#29: Pierre Milan e un trionfo da 536 mila dollari
am lunedì, giugno 16, 2014

L’evento#29 parla francese grazie al successo di Pierre Milan, capace di mettere in riga 1165 giocatori in tre giorni di torneo e conquistare così il primo braccialetto della sua giovane carriera. Il “$2,500 No-Limit Hold’em” dunque consegna 536.768 dollari al player transalpino, che supera in heads up Justin Oliver alla ricerca del secondo braccialetto, dopo quello conquistato appena dodici mesi fa. Sul gradino più basso del podio si accomoda un big come Matt Salsberg a cui vanno 207 mila bigliettoni e la conferma di essere un top player. Pierre-Milan

Dai venti di inizio giornata bisogna scendere per forza di cose al neo campione e così le eliminazioni fioccano senza sosta. Ne sanno qualcosa Richard Kirsch (20th – $16.220), William Reynolds (19th – $16,220), Rep Porter (18th – $19,718), Joseph Brattole (17th – $19,718), Justin Kindred (16th – $19,718), Marius Pospiech (15th – $24,277), Grayson Nichols (14th – $24,277), Yong Lu (13th – $24,277), Scott Davies (12th – $30,267), Chris Johnson (11th – $30,267) e l’uomo bolla del tavolo finale David Benefield (10th – $30,267).

Inizia così l’ultimo atto e nel giro di poche mani salutiamo in nona e ottava posizione Sam Cohen e Daniel Laming. Il primo si arrende in coin flip con KQ vs 10-10 di Oliver, mentre il secondo si vede deplodere KK da AQ di Matt Salsberg. Andy Phan è tradito dalle sue “donne” quando muove allin vs AK di Barry Hutter. Nessun problema fino al river, che porta con se un diabolico :As: . Con le rapide eliminazioni di Armstrong, Hutter, McNulty e Salsberg, si arriva quindi al testa a testa finale.

Iniziano quasi in parità di chips, ma ben presto il francese prende il largo: prima raddoppia con K6 sul board K-6-3. A Justin Oliver non basta KJ. Nella mano seguente vola al successo con 10-8 vs 66 del rivale. Un :10s: al flop decreta il primo successo alle WSOP do Pierre Milan.