News

Poker Online: pro danese nei guai, 8 milioni di dollari rubati

0

E’ il più grande scandalo nella comunità del poker danese. Utilizzando alcuni virus, i famosi “trojans”, un giocatore professionista danese assieme a due complici hanno sottratto a molti giocatori di poker highstakes milioni di dollari.

Il protagonista, un 32-enne di Copenaghen, è stato incriminato.

I dettagli esatti al momento non sono stati ancora resi noti, ma sembra che il pro danese in nove anni abbia sottratto ad amici e conoscenti una cifra che supera gli 8.000.000 di dollari.

Le indagini, iniziate lo scorso dicembre, avevano messo in luce questa frode; ora i sospetti sono diventate certezze.
A confermarlo è il commissario di polizia Torben Koldborg Frederiksen.

Il nome del sospetto non è stato reso noto, ma il 32-enne vincitore di una tappa dell’European Poker Tour, è conosciuto all’interno della comunità del poker danese.

Come ricorderete la truffa era stata studiata nei minimi dettagli: il pro “regalava” ai poveri malcapitati portatili infetti.
Il truffatore, pur di arrivare ai computer da infettare, si sarebbe introdotto nelle case delle vittime manomettendo serrature e impianti di sicurezza.

Alcuni importanti nomi della comunità danese, citiamo: Peter Eastgate, Alexander “AlexKP” Petersen, Christian “Tox” Togsverd, Jacob “Lotte Nice” Rasmussen e Daniel “MrSmits” Bertelsen potrebbero essere ascoltati in merito all’accaduto.

Al momento non sono stati resi noti i nomi dei truffati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here