World Poker Tour

WPT

Tony Ruberto centra il bis 7 anni dopo nel WPT: trionfa al Maryland per 344.755$

Vincere non è mai facile. Farlo per due volte è ancora più difficile. Se tutto questo avviene nel circuito del World Poker Tour, allora si tratta proprio di un'impresa. Lo sa bene Tony Ruberto, il player americano di origini italiane, che la scorsa notte ha sbancato il "$3.500 WPT Maryland" per 344.775 dollari. 

Anthony Zinno non centra il poker di vittorie: Federico Butteroni va a In the Money

Al WPT Choctaw la seconda tappa della XVII stagione vede Anthony Zinno accarezzare e poi mancare il quarto titolo WPT in carriera. Sarebbe stato il record assoluto per un singolo giocatore nel circuito e invece l'americano si deve accontentare del quinto posto. Trionfa Brady Holiman che di fatto ha dominato in lungo e in largo il tavolo finale. Porta a casa 496.185 dollari e il ticket per la finale stagionale. Presente anche Federico Butteroni, ma la sua corsa è interrotta al 70° posto. 

WPT TOC: Matthew Waxman è il campione dei campioni al Bellagio, Elias solo terzo

Niente "Back to Back" e soprattutto niente quinto titolo per Darren Elias. Al WPT Tournament of Champions al Bellagio di Las Vegas, nel tavolo finale brilla la stella di Matthew Waxman. Rimonta da incorniciare e trionfo per 463.375 dollari di primo premio. Darren Elias che ripartiva al comando nella volata al titolo si arrende al terzo posto, mentre è runner up Matas Cimbolas. Si chiude quindi la stagione XVI del World Poker Tour e la new season è pronta a decollare a fine luglio. 

WPT TOC: Elias a caccia del ‘Back To Back’, Marchese shippa l’ennesimo high roller

Darren Elias non si ferma più. Il giocatore americano solo 72 ore fa ha festeggiato il quarto titolo nella storia del World Poker Tour. Il nuovo record però può essere migliorato. Infatti al WPT Tournament Of Champions, lo statunitense è il leader assoluto al final table a 5 giocatori. Dovesse riuscire nell'impresa, chiuderebbe un back to back da favola, portandosi a cinque titoli nel circuito. Tom Marchese per non essere da meno vince l'ennesimo high roller. 

WPT Bobby Baldwin: Darren Elias nella storia, centra il quarto successo ed è Record

Darren Elias Re del Casinò Aria, ma soprattutto Re del World Poker Tour. Il player americano va in fuga nella speciale classifica dei successi, salendo a quota quattro trionfi. Nessun giocatore ci era riuscito in 16 stagioni e dopo aver condiviso a lungo il primato di tre vittorie con altri 4 avversari, piazza l'acuto per il record. A Las Vegas brilla la sua stella nel tavolo finale del "$10.300 WPT Bobby Baldwin" e incassa 387.580 dollari. 

WPT Bobby Baldwin: Elias super fuga verso il poker di titoli, Hellmuth chiude 7°

Darren Elias mette nel mirino il primato assoluto di successi nel World Poker Tour. Il player americano si presenta da super chipleader al final table del "$10.300 WPT Bobby Baldwin" e punta al quarto titolo nel circuito. Diventerebbe il primo a riuscirsci, staccano il ristretto club a quota tre vittorie. In tutto questo c'è stata l'eliminazione in bolla del tavolo finale di Phil Hellmuth. Il player di Palo Alto saluta ad un passo dall'ultimo giorno di gara. 

WPT Bobby Baldwin: Little che fuga verso il 3° titolo, attenzione ad Hellmuth a 20 left

Il WPT Bobby Baldwin entra nel vivo dell'azione al Casinò Aria, con 20 giocatori che si affacciano al day 3. Jonathan Little è l'uomo da battere dall'alto della sua leadership, mentre il field annovera nomi di primo livello come  Stephen Chidwick, Joe McKeehen e Phil Hellmuth. Insomma dopo l'epico scoppio della bolla, ci apprestiamo a vivere la discesa verso la gloria. Al campione andranno 387.000 dollari e lo stesso Little sogna il terzo acuto in carriera al World Poker Tour. 

WPT Bobby Baldwin Classic: McKeehen e Marchese volano dopo il day 1

Il day 1 del  "WPT Bobby Baldwin Classic" non delude le attese e in 150 si lanciano nella mischia. In pratica la maggior parte del field è composta da big, complice anche il buyin di 10.000 dollari al Casinò Aria di Las Vegas. La tappa dedicata all'attuale presidente del casinò, ha richiamato dunque il fior fiore del poker live. Date strategiche, ad una settimana dal via delle WSOP 2018. E i grandi nomi non hanno deluso nella prima giornata. 

WPT Bellagio: Tom Marchese comanda nell’high roller, field galattico a 14 left

Il WPT Bellagio scalda i motori con l'atteso high roller da 25.000 dollari di buyin. E il day 1 regala subito forti emozioni a Las Vegas, con i più forti giocatori in circolazione che si sono lanciati nella mischia. In 14 approdano al final day, ma non si tratta di un numero definitivo: infatti la late resta aperta fino alla fine dell'undicesimo livello di gioco, il primo dell'ultimo giorno di gara. Tom Marchese è al comando nel count, ma ci sono ancora una sfilza di big in gioco. 

WPT Amsterdam: Feenstra batte la quota rosa Zajmovic, Salter solo quinto

Il WPT Amsterdam parla olandese. Ci pensa il dominatore delle ultime due giornate, Rens Feenstra, a mettere il punto esclamativo sulla vittoria finale. Il player di casa iscrive per la prima volta il suo nome nell'albo d'oro del World Poker Tour e incassa 156.370€, oltre al pass da 15.000$ per la finalissima. Niente da fare per Ema Zajmovic che si ferma ad un passo dal trionfo in seconda posizione per 100 mila euro di premio. Delude invece Louis Salter che non trova la rimonta e si arrende al quinto posto. 

Cookie-Einstellung

Wir verwenden Cookies und den Webanalysedienst Google Analytics, um unsere Website möglichst benutzerfreundlich zu gestalten. Wenn Sie fortfahren, stimmen Sie der Verwendung zu. Weitere Informationen und die Möglichkeit Cookies zu deaktivieren finden Sie hier: Datenschutzerklärung

Impressum

Ihre Auswahl wurde gespeichert!

Weitere Informationen

Information

  • Einverstanden:
    Unsere Website verwendet Cookies. Cookies sind kleine Textdateien, die es ermöglichen, bestimmte Informationen zu Ihnen und Ihrem Nutzungsverhalten bezüglich unserer Website auf Ihrem Endgerät (beispielsweise PC, Smartphone, Tablet) zu speichern. Mit Cookies können wir die Benutzerfreundlichkeit unserer Website erhöhen und ihre Funktionalität sicherstellen. Wir setzen Google Analytics ein, um Besucher-Informationen wie z.B. Browser, Land, oder die Dauer, wie lange ein Benutzer auf unserer Seite verweilt, zu messen. Ihre IP-Adresse wird anonymisiert übertragen, die Verbindung zu Google ist verschlüsselt.
  • Keine Cookies zulassen:
    Die Cookie-Deaktivierung können Sie in unserer Datenschutzerklärung vornehmen. Danach werden keine Cookies gesetzt, es sei denn, es handelt sich um technisch notwendige Cookies.

Sie können Ihre Cookie-Einstellung jederzeit hier ändern: Datenschutzerklärung.

Zurück