Casino Campione

Campione la salvezza potrebbe essere la svizzera: annessione, ma l’Italia frena

0

Il caos più totale a Campione d’Italia. Dopo la chiusura per fallimento del Casinò lo scorso 27 luglio, a Campione d’Italia il tempo sembra essersi fermato. Tutto fermo, tutto immobile, mentre la piccola enclave italiana cola a picco. A completare il quadro desolante ci si mettono anche le dimissioni del sindaco. Eppure una strada sembra esserci. 

Annessione alla Svizzera

Il momento per Campione d’Italia è nerissimo. L’unica fonte di sostenimento per il paese era appunto il Casinò, che una volta fallito sta mandando a gambe all’aria tutto l’indotto. Dallo stato Italiano ricordiamo che non ci sono sovvenzioni e con un situazione del genere anche il primo cittadino, Roberto Salmoiraghi ha deciso per rimettere il suo mandato. Dunque Campione ha perso anche la sua guida. Nel frattempo il tribunale di Como sta andando avanti con il fallimento e ha messo all’asta sia il porto e sia il Lido di Campione. Entrambi erano di proprietà del comune per un totale di 40 milioni di euro e in qualche modo si prova a sanare i tantissimi debiti accumulati. 

Campione la salvezza potrebbe essere la svizzera: annessione, ma l'Italia frena

In questa devastazione finanziaria, l’aiuto principale arriva dalla Svizzera. Infatti lo stato Elvetico si sta occupando dei servizi essenziali di Campione, in modo da sopperire all’impossibilità del comune stesso di aiutare i propri cittadini: dalla scuola ai rifiuti è tutto in mano alla Svizzera. E proprio per questo motivo, gli elvetici sembrano interessati ad annettere Campione d’Italia al proprio stato. In questo modo potrebbero provvedere al mantenimento dei servizi base e poi pensare ad un rilancio della casa da gioco, il vero volano dell’economia locale. Ma dall’Italia arriva subito un No secco. Ci pensa il leghista Stefano Candiani, a smontare l’ipotesi ventilata con un “Giù le mani da Campione d’Italia”. Il governo svizzero però, sembra davvero interessato alla possibile annessione e così sta studiando una proposta da avanzare all’Italia. Siamo solo all’inizio di un lungo tira e molla. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here