lost password?
Giovedì, 19.07.2018

EPT Vienna: Oleksii Khoroshenin per il trionfo ucraino al Hofburg Palace
am domenica, marzo 30, 2014

Per la prima volta nella decennale storia dell’European Poker Tour, un giocatore ucraino conquista la ambita picca. Al  Hofburg Palace di Vienna trionfa Oleksii Khoroshenin, uno dei maggiori protagonisti dell’EPT in terra austriaca, che aveva chiuso da chip leader il day1A. A seguito del deal raggiunto a tre left però, l’ucraino esce con un premio inferiore a quello di Marc Neumann, il qualeoleksii-khoroshenin-1[1]si porta a casa 638.000 euro, nonostante la terza piazza conquistata. Oleksii invece riceve un assegno da 578 mila. Ma al di la delle cifre, si è vissuta una giornata intensa e lunga a Vienna, con numerosi colpi di scena. Finale beffa per i padroni di casa, i quali riponevano tutte le speranze su Anthony Ghamrawi. L’austriaco chiude al secondo posto, dopo un testa a testa finale iniziato con uno svantaggio abissale e chiuso senza poter tentare alcuna rimonta.

A Vienna si ripartiva dalla seguente situazione

NameCountryStatusChipsBBsSeat
Anthony GhamrawiAustriaPokerStars qualifier5.150.0001294
Frei DillingDenmarkPokerStars player4.230.0001065
Pablo GordilloSpainPokerStars qualifier4.075.0001027
Timo PfützenreuterGermanyPokerStars qualifier3.740.000942
Simeon NaydenovBulgariaPokerStars player3.550.000898
Rumen NanevBulgariaPokerStars player2.765.000696
Oleksii KhorosheninUkrainePokerStars player2.150.000541
Marko NeumannGermanyPokerStars qualifier1.585.000403

Servono quasi tre ore di gioco per avere il primo out di giornata. Saluta la compagnia all’ottavo posto Rumen Nanev che con AK si trova in allin preflop contro QQ di Oleksii Khoroshenin. Il board non lascia spazio ad alcun appello; :Qd: :6h: :3c: :10h: :Ad: . Nanev prende 77.000 euro. Passano poco più di quindici mani e perdiamo anche Frei Dilling. Con :Kc: :7c: Dilling trova subito il :Kd: al flop, ma Marko Neumann conferma di avere sette vite come i gatti, centrando al turn il suo set di 4. Per Frei cala il sipario e per cancellare l’amarezza arriva un assegno da 108.100 euro.

Mentre Neumann fa il bello e il cattivo tempo, salendo a quota 9 milioni arriva il capolinea anche per Simeon Naydenov. AJ per lui in allin preflop contro coppia di 10 di Anthony Ghamrawi. Il board non lascia scampo con :Jc: :Kd: :10d: :Jh: :7c:. Il trips non basta e Simeon si accomoda alle casse per 151.000 euro. Serve almeno un’altra ora di gioco per stabilire il quinto classificato. Timo Pfutzenreuter muove allin da utg con coppia di 6 trovando la strada sbarrata da Anthony Ghamrawi con coppia di 77. Ancora una volta il board è crudele per il giocatore eliminato. :7h: :6s: :5s: :3d: :As: . Timo incassa comunque la considerevole cifra di 203.900 euro.

Rimasti in quattro la famigerata medaglia di legno va al collo dello spagnolo Pablo Gordillo, assoluto mattatore di questo EPT. Gordillo prova il colpo con AK vs 10-10 di Neumann ma ancora una volta il tedesco si rivela imbattibile pescando face card il :10c: che lo mette a riparo da brutte sorprese. L’iberico saluta gli avversari e si avvia ad incassare 262.150 euro. I tre player ancora in corsa optano a questo punto per una spalmatura dei premi e poco dopo si arriva al seguente accordo. Marko Neumann si assicura €638,000, Oleksii Khoroshenin €528,000 e infine Anthony Ghamrawi €446,500. 50 mila euro vengono lasciati in palio al vincitore del torneo.

Nonostante il deal, alla ripresa delle ostilità dopo la pausa cena, il gioco rimane ancorato per almeno tre ore fino a quando Neumann vede il suo torneo capitolare nel giro di due mani. Nella prima apre da small blind con :Kd: :7h: , per poi flattare la 3bet di Oleksii Khoroshenin. Sul flop :8c: :Kh: :7s: il tedesco va in check/call a 500.000. Al turn scende un :4s: sul quale l’azione è identica a quella del flop. Cambia solo la size a 1.075.000. Il river è un terribile :7c: che obbliga Marc a chiamare l’allin del rivale per 2.675.000. Il suo full di 7 con i Re non basta contro 88 dell’avversario. Nella mano seguente Neumann va in allin sul flop 9-8-7, con doppia grazie a 98. Ma dall’altra parte sempre Khoroshenin shova J10 per la scala floppata. Turn e river non modificano la sostanza e il tedesco esce al terzo posto sicuro di 638.000 euro.

Oleksii Khoroshenin inizia l’head’s up forte di 20.720.000 chips, contro i 6.525.000 pezzi di Anthony Ghamrawi. Il vantaggio è anthony-ghamrawi-3[1]fin troppo abissale e così nel giro di trenta minuti si giunge alla mano finale. Sul flop :5s: :7c: :4s: Ghamrawi finisce in allin con :7d: :6d: mentre Khoroshenin chiama con :Ks: :3s: . Il turn è :10s: che consegna nelle mani dell’Ucraino la picca e 578.000 euro. Cala quindi il sipario al Hofburg Palace per questa tappa dell’EPT. Questo il payout del tavolo finale.

PlaceNameCountryPrize
1Oleksii KhorosheninUkraine€578,392
2Anthony GhamrawiAustria€446,481
3Marko NeumannGermany€638,127
4Pablo GordilloSpain€262,150
5Timo PfutzenreuterGermany203,900
6Simeon NaydenovBulgaria€151,000
7Frei DillingDenmark€108,100
8Rumen NanevBulgaria€77,000
legga anche questo articolo : Cambio livello
oppure questo articolo : Monster pot per Mario Cucciolito, Roda nel baratro






Cookie-Einstellung

Wir verwenden Cookies und den Webanalysedienst Google Analytics, um unsere Website möglichst benutzerfreundlich zu gestalten. Wenn Sie fortfahren, stimmen Sie der Verwendung zu. Weitere Informationen und die Möglichkeit Cookies zu deaktivieren finden Sie hier: Datenschutzerklärung

Impressum

Ihre Auswahl wurde gespeichert!

Weitere Informationen

Information

  • Einverstanden:
    Unsere Website verwendet Cookies. Cookies sind kleine Textdateien, die es ermöglichen, bestimmte Informationen zu Ihnen und Ihrem Nutzungsverhalten bezüglich unserer Website auf Ihrem Endgerät (beispielsweise PC, Smartphone, Tablet) zu speichern. Mit Cookies können wir die Benutzerfreundlichkeit unserer Website erhöhen und ihre Funktionalität sicherstellen. Wir setzen Google Analytics ein, um Besucher-Informationen wie z.B. Browser, Land, oder die Dauer, wie lange ein Benutzer auf unserer Seite verweilt, zu messen. Ihre IP-Adresse wird anonymisiert übertragen, die Verbindung zu Google ist verschlüsselt.
  • Keine Cookies zulassen:
    Die Cookie-Deaktivierung können Sie in unserer Datenschutzerklärung vornehmen. Danach werden keine Cookies gesetzt, es sei denn, es handelt sich um technisch notwendige Cookies.

Sie können Ihre Cookie-Einstellung jederzeit hier ändern: Datenschutzerklärung.

Zurück