News

Gus Hansen rilancia: ‘Phil Ivey non conosce la GTO, eppure vince sempre da 20 anni’

0

E il secondo attacco alla GTO (Game Theory Optimal), da parte di Gus Hansen, non è tardato ad arrivare. Tornato a Las Vegas da qualche giorno, il player danese in una prima intervista ai colleghi di Pokernews.com aveva attaccato la GTO e i tedeschi che dicono di seguirla alla lettera. Adesso arriva la seconda bordata di Gus Hansen. 

L’esempio di Ivey 

Insomma la GTO non va proprio giù al campione danese. Solo pochi giorni fa ha espresso il suo pensiero con parole abbastanza chiare: secondo il punto di vista di Gus Hansen la GTO non si può applicare al poker. Oltre a questo, lo scandinavo ha poi espresso degli esempi per chiarire il suo parere. A distanza di qualche giorno ecco la seconda “sentenza” di Gus. Nuovo attacco alla GTO e con un esempio, a suo modo di vedere perfettamente chiaro, di come la stessa GTO non funzioni nel poker. “Phil Ivey è il più grande giocatore al mondo. Forse in quest’ultimo periodo è preso più da altre vicende extra-poker, che dal gioco stesso. Ma un Ivey al 100% è il più forte giocatore che io abbia mai visto in azione. Sono 20 anni che sta sulla cresta dell’onda. Non conosce la GTO e non credo nemmeno che sappia cosa sia realmente. Eppure nonostante la mancanza di GTO, vince e stravince da un ventennio a questa parte”. 

Gus Hansen rilancia: 'Phil Ivey non conosce la GTO, eppure vince sempre da 20 anni'
Gus Hansen

Un esempio che sicuramente da fondatezza alla sua teoria. Non a caso ha scelto davvero uno dei giocatori più vincenti e longevi nel panorama del poker mondiale. Lo stesso Gus Hansen però precisa: “Io non dico che i giocatori tedeschi siano scarsi, specie coloro che giocano con assiduità il panorama degli high roller. Anzi, ho grande rispetto di loro e sono convinto che al momento subirei soltanto sconfitte contro di loro. Ma ribadisco che la GTO non esiste nel poker. In questo gioco contano tanti aspetti e fra questi c’è una visione della disciplina che deve essere fuori dal comune. Proprio come Phil Ivey. Phil vince ed è forte, proprio perché ha un talento che in pochi possono avere nel poker. E non ci sono GTO che tengono davanti al talento cristallino”. Insomma Gus Hansen ancora una volta ribadisce il concetto: nessun formula “magica” può battere l’abilità e le doti di un grande giocatore. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here