lost password?
Lunedì, 18.06.2018

Il Portogallo è nel .eu e Pokestars festeggia con Trio Series: Italia sempre più lontana
am giovedì, maggio 24, 2018

Ride il Portogallo, esultano Spagna e Francia, festeggia Pokerstars e l’Italia sembra più lontana dal .eu. Emozioni contrastanti nella liquidità condivisa internazionale. Dopo l’OK di Lisbona, i lusitani entrano a pieno regime nel mercato del .eu e Pokerstars.eu lancia le Trio Series per festeggiare il nuovo arrivo: 78 eventi e 5 milioni garantiti per i giocatori di Spagna, Francia e Portogallo appunto. L’Italia invece resta sempre ferma e il nuovo governo che sta per nascere non promette niente di buono nel settore. 

Un super festival

Il Portogallo dunque entra nel nuovo mercato e il suo ingresso è festeggiato con un Festival davvero interessante. Ecco le “Trio Series” di Pokerstars.eu. Dal 3 al 13 giugno ci saranno 78 eventi su cui confrontarsi per i giocatori spagnoli, francesi e lusitani. Tutto condito da un prize pool complessivo garantito a quota 5 milioni di euro. Il più importante fra i 78 eventi è senza ombra di dubbio il main event, che garantisce mezzo milione di euro con un buyin di 250€. Chi rimane al palo e sopratutto sempre più distante da questo nuovo mercato è l’Italia.

Il Portogallo è nel .eu e Pokestars festeggia con Trio Series: Italia sempre più lontana

Il nostro paese prima ha ospitato il “Trattato di Roma” con le firme delle quattro nazioni che hanno generato la liquidità condivisa nazionale e poi ha fatto calare un silenzio assordante. Nei mesi passati, mentre gli altri paesi lavoravano alacremente per arrivare al .eu l’Italia ha iniziato ad allontanarsi dal progetto. Si parla di pressioni pesanti da parte di alcune room che non vedrebbero di buon occhio il nuovo mercato. Insomma per i capricci di alcuni, si rischia di mandare a monte un super progetto e un mercato che rilancerebbe l’intero settore. Il governo che sta per formarsi sembra voler combattere il gioco e dunque ci attendono mesi ancora più bui. L’unica salvezza a questo punto, diventa una forte pressione degli altri governi coinvolti verso il nostro paese, chiedendo il rispetto delle firme poste lo scorso luglio a Roma. 







Cookie-Einstellung

Wir verwenden Cookies und den Webanalysedienst Google Analytics, um unsere Website möglichst benutzerfreundlich zu gestalten. Wenn Sie fortfahren, stimmen Sie der Verwendung zu. Weitere Informationen und die Möglichkeit Cookies zu deaktivieren finden Sie hier: Datenschutzerklärung

Impressum

Ihre Auswahl wurde gespeichert!

Weitere Informationen

Information

  • Einverstanden:
    Unsere Website verwendet Cookies. Cookies sind kleine Textdateien, die es ermöglichen, bestimmte Informationen zu Ihnen und Ihrem Nutzungsverhalten bezüglich unserer Website auf Ihrem Endgerät (beispielsweise PC, Smartphone, Tablet) zu speichern. Mit Cookies können wir die Benutzerfreundlichkeit unserer Website erhöhen und ihre Funktionalität sicherstellen. Wir setzen Google Analytics ein, um Besucher-Informationen wie z.B. Browser, Land, oder die Dauer, wie lange ein Benutzer auf unserer Seite verweilt, zu messen. Ihre IP-Adresse wird anonymisiert übertragen, die Verbindung zu Google ist verschlüsselt.
  • Keine Cookies zulassen:
    Die Cookie-Deaktivierung können Sie in unserer Datenschutzerklärung vornehmen. Danach werden keine Cookies gesetzt, es sei denn, es handelt sich um technisch notwendige Cookies.

Sie können Ihre Cookie-Einstellung jederzeit hier ändern: Datenschutzerklärung.

Zurück