News

Perde tutto alle slot a Montecarlo: 50enne si lancia con l’auto nel Café de Paris

0

Una brutta e singolare storia ci arriva da Montecarlo, il regno del gioco d’azzardo in europa. Una storia che poteva finire in tragedia e che solo per puro caso non ha avuto gravissime conseguenze. Una donna di 50 anni infatti, dopo aver perso tutti i soldi alle slot machine, si è “vendicata” abbattendo le vetrate del Café de Paris con la propria auto. Completamente sotto l’effetto di alcolici e arrabbiata per le pesanti perdite alle slot, ha cercato di farsi giustizia in questo modo. Per fortuna, solo vetri spaccati e tanta paura per gli avventori del locale monegasco. cafe-de-paris

Passato lo spavento, quello che all’apparenza poteva sembrare come un grottesco incidente è stato poi catalogato come doloso. Infatti secondo alcuni testimoni, l’auto ha mirato le vetrate ed una volta sfondate, ha proseguito per 10-15 metri circa prima di fermare la folle corsa. Come detto in apertura, per puro miracolo nessuno è stato investito dalla macchina. Poteva sicuramente trasformarmi in una strage senza precedenti.

Non solo, ma molti clienti, vista piombare l’auto all’interno del Café De Paris, hanno pensato ad un attacco terroristico e in massa sono scappati verso la parte opposta, rimanendo in qualche caso uno sotto l’altro. Scene da panico che però sono subito rientrare constatato che non si trattava di un attentato, ma bensì del gesto folle di una persona completamente accecata dalla rabbia e dall’alcol.

Un fatto che deve far riflettere sicuramente. Iniziano ad essere davvero troppi i casi di persone che schiavi della dipendenza dal gioco, reagiscono con gesti più o meno eclatanti. Certo quello che è successo a Montecarlo è un caso più unico che raro, ma non vanno per niente sottovalutate le conseguenze a livello psicologico di chi ormai vive esclusivamente in funzione del gioco d’azzardo. Serve prevenzione e supporto. Probabilmente più facile a dirsi che a farsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here