News

PM: Brandon Adams da sballo, vince evento#2 e raggiunge il final table nel PLO

0

Nel segno di Brandon Adams. Il Poker Master 2018 sembra per il momento aver trovato il suo uomo copertina. Dopo aver centrato il tavolo finale nell’evento#1 al Casinò Aria, il player americano si prende la rivincita nell’evento#2 e fa suo il “€25.000 High Roller NLH”. Incassa 400.000 dollari dopo aver regolato in heads up Jared Jaffee. Come se non bastasse si lancia nella mischia dell’evento#3 e stacca il terzo pass consecutivo per il final table. 

Adams vola, Negreanu atterra

L’evento#2 del Poker Masters 2018 vede sei giocatori riprendere posto al tavolo finale. A Las Vegas c’è grande attesa per questa volata finale, considerando il field in gioco e la prima moneta da 400 mila bigliettoni ad attendere il neo campione. Fra i finalisti c’è Daniel Negreanu che vuole dare un senso ad un 2018 più ricco di ombre che di luci. Ma per il team pro Pokerstars sarà un’altra giornata da dimenticare. Infatti è il primo degli eliminati: sul board 7-8-5-3 finisce in allin con 10-7 e Brandon Adams snappa con Q-Q. Il river è un jack e per Negreanu è il momento dei saluti. Lo imita poco dopo Jason Koon. Resta con le briciole dopo aver perso con 9-9 vs A-Q di Bill Klein e nella mano successiva esce contro Jared Jaffee. 

PM: Brandon Adams da sballo, vince evento#2 e raggiunge il final table nel PLO
Brandon Adams

Ai piedi del podio troviamo Bill Klein, il cui K-J non sovverte A-8 di Jake Schindler. Rimasti in tre sul gradino più basso del podio ci sale proprio quest’ultimo. Sceso in maniera pesante nel count nella fase 3handed, pusha con Q-10 e non trova aiuti vs A-5 di Adams. Si passa quindi al duello finale con Brandon largamente al comando e Jared Jaffee costretto ad inseguire. Un inseguimento senza successo, visto che poco dopo tenta il raddoppio con K-5 e c’è il call di Adams con A-9: il board 4-4-8-7-2 decreta il trionfo di Brandon Adams che intasca 400.000 dollari per la sua prima piazza. 

Adams, il rullo compressore

Subito dopo il trionfo nell’evento#2 del Poker Master 2018, Brandon Adams non ha perso tempo e si è seduto al tavolo del “$25.000 Pot Limit Omaha”. In 37 hanno risposto presente all’appello e ne viene fuori un prize pool da 925.000 bigliettoni. Si va dal cash minimo di 55.500$ del sesto classificato all’assegno da 333.000 bigliettoni del futuro campione. Tanti i volti i noti che si sono gettati nella mischia, ma a far scoppiare la bolla ci pensa lo stesso Adams. E’ lui il killer di David Peters. A comandare il final table di questa notte ci pensa Jonathan Depa con 1.413.000 pezzi. 

Alle sue spalle cerca il sorpasso Brandon Adams forte di 1.138.000 pezzi. Sul gradino più basso del podio virtuale ci sale Ben Yu a quota 832.000. Prova a non perdere eccessivo terreno Dan Shak con 752.000 fiches e non molto distante troviamo Keith Lehr (712.000). Così come era successo per il final table dell’evento#1, il fanalino di coda è ancora una volta Isaac Haxton: con 675.000 gettoni è chiamato all’ennessima rimonta. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here