News

Pokerstars e Fusion: scatta l’ora X, ecco come funziona il Mix fra NLH e PLO

0

Da mesi ormai circolava la voce del sodalizio fra Pokerstars e il nuovo gioco: Fusion. Dopo mesi di parole e di “sperimentazione” nei meandri del quartier generale di Pokerstars, arriva il lancio vero e proprio del gioco. Sarà la Danimarca a testare per prima questa sorta di Mix fra Hold’em e Pot Limit Omaha. 

Il regolamento

Fusion è pronto ad essere giocato dai players di Pokerstars. Come detto, la room dalla picca rossa, inizierà dal .dk, ovvero dalla piattaforma danese. Se la variante supera il test, si apriranno le porte del .com, .net, .eu e .uk. E’ probabile che in un secondo momento “Fusion” possa approdare anche al .it . Ma al di la dei tempi e degli step, cerchiamo di fare chiarezza sulle regole di questo gioco. Lo ribadiamo ancora una volta: si tratta di un mix fra il No Limit Hold’em e il Pot Limit Omaha. Ogni giocatore al tavolo quindi riceve due carte, proprio come nel NLH. Una volta visto il flop, i giocatori dentro alla mano ricevono una terza carta. Al turn, i players ancora coinvolti nel pot ricevono la quarta ed ultima carta.

Pokerstars e Fusion: scatta l'ora X, ecco come funziona il Mix fra NLH e PLO

Ovviamente, come funziona nel PLO, potranno usare solo due delle quattro hole cards assieme a tre del board. Il turn dunque, segna lo spartiacque fra il NLH e il PLO. Per quanta riguarda i giocatori che finiscono in allin preflop o al flop, riceveranno come gli altri players coinvolti nella mano altre due carte. Insomma un nuovo format per dare la scossa a tutto il settore dell’online, come spiega Severin Rasset, Direttore per l’innovazione e le operazioni per il Poker di The Stars Group: “Fusion unisce due formati molto amati, dando una svolta eccitante al gioco. Aspettiamo con impazienza il feedback dei giocatori e non vediamo l’ora di vedere tutti i giocatori ai tavoli per provare Fusion. Vogliamo offrire ai nostri players, nuovi games che non hanno mai sperimentato prima, vogliamo creare un’offerta unica ai tavoli”. Adesso la parola e il verdetto definitivo passa ai giocatori. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here