PokerStarsLive

PSF Bucarest: Italia game over nel main event, Sam Grafton acciuffa il final table

0

A Bucarest cala il sipario per l’Italia. Il Pokerstars Festival si esaurisce per i nostri colori sia nel main event e sia nel torneo high roller. L’evento principale raggiunge il final table e nel day 3 perdiamo l’accoppiata Mattia Bacassino e Massimo Caratelli. Nel torneo high roller invece su tre alfieri solo Salvatore Camarda raggiunge la zona premi sfiorando il final table. Nel main event attenzione al noto player britannico Sam Grafton che agguanta la volata al titolo. 

Il day 3 del main event 

In 58 hanno ripreso la corsa nel “€1.100 main event” al PSF Bucarest. Già a premio dalla serata precedente, l’obiettivo per tutti è quello di staccare il pass per il final table. In mezzo a questo plotone ci sono i due azzurri. Putroppo la loro corsa finisce prima del previsto nonostante due stack di una certa importanza. Il primo ad avviarsi alle casse è Mattia Bacassin0 che per la 41° piazza intasca 2.540 euro. Caratelli invece prova a vedere cara la pelle, ma alla fine giunge al capolinea al 24° posto per 3.820 euro. 

PSF Bucarest: Italia game over nel main event, Sam Grafton acciuffa il final table
Sam Grafton

Usciti di scena gli italiani è lotta serrata per raggiungere il tavolo finale. Ci riusciranno in sette comandati da Anil Olgun Odzemir. Il turco ha fatto paura e delirio nel day 3 con 9.350.000 sembra ipotecare il successo. Alle sue spalle però scalpita Sam Grafton con 6.690.000 unità. Chiude il podio virtuale un’altra mina vagante come Fahredin Mustafov. Il bulgaro in maniera sorniona mette assieme 2.300.000 gettoni e si prepara all’assalto. 

Questo il count: 

  1. Anil Olgun Odzemir 9.350.000
  2. Sam Grafton 6.690.000
  3. Fahredin Mustafov 2.300.000
  4. Daniel Nietrzebka 2.255.000
  5. Johann Eclapier 875.000
  6. Patrick Bueno 835.000
  7. Traian Bostan 735.000

Questo invece il payout:

  1. €133.400
  2. €81.300
  3. €57.600
  4. €43.500
  5. €34.400
  6. €26.091
  7. €18.720

High Roller in salsa romena

Si è concluso invece il “€2.200 High Roller” con il trionfo di Or Aire Patreanu. L’israeliano incassa 55.000 euro, piazzandosi davanti ai padroni di casa Alin Petrisor Pandilica (2° per 38.100€) e Eduard Gabriel Norel (3°-€24.980). Prima dello start del final day 10 players sfruttano la late registration e così il totale dei paganti sale a 112 per un prize pool di 215.340€. In 67 riprendono la corsa verso le 15 piazze in the Money. 

PSF Bucarest: Italia game over nel main event, Sam Grafton acciuffa il final table

Tre gli azzurri che ci provano. Per Pasquale Grimaldi e Carmelo Graziano l’eliminazione arriva prima dello scoppio della bolla. In the Money invece ci arriva Salvatore Camarda che chiude al 12° posto per 4.000 euro di ricompensa. Si avvia alle casse a pochi passi dal tavolo finale. Nella discesa al titolo il futuro campione fa il bello e il cattivo tempo, mentre i padroni di casa si rendono a loro volta protagonisti. Ma non potranno nulla davanti allo strapotere di Or Aire Patreanu. 

Questo il payout: 

  1. Or Aire Patreanu €55.500
  2. Alin Petrisor Pandilica €38.100
  3. Eduard Gabriel Norel €24.980
  4. Georges Yazbeck €20.200
  5. Cosmin Voinea €16.250
  6. Dawid Borkowski €12.700
  7. Alexandru Cinca €10.050
  8. Mihai Stinca €7.650
  9. Elie Ghazal €5.600
  10. Paul Esau €4.520
  11. Maan El Hachem €4.520
  12. Salvatore Camarda €3.980

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here