News

ReMida Deep: il re di marzo è Lucio Bertelli

0

Lucio Bertelli si impone nella tappa di marzo del ReMida Deep. Nella poker room dell’hit hotel & casinò Perla di Nova Gorica, Bertelli si lascia alle spalle un field di tutto rispetto e si pone in testa la corona e per un paio di mesi regnerà incontrastato.

remida-marzo-2015-podioNel fine settimana che ci siamo appena lasciati alle spalle si è tenuto, nella poker room dell’hit hotel & casinò Perla di Nova Gorica, il secondo appuntamento stagionale con il ReMida Deep. Nel folto calendario delle Shark Events si è depennata la casella riguardante questo torneo dall’aspetto rivisitato per venire incontro alle richieste dei moltissimi player che animano abitualmente l’evento.

Come al solito moltissimi “amici” sono accorsi al cospetto dello staff nel tentativo di aggiudicarsi la corona. Spinti anche dalle tre classifiche, Top Player, Top Team e Top Woman, hanno fatto capolino nella casa da gioco della cittadina slovena personaggi come Domenico “Mimmo” Cuzzucoli, Suzana Ogrinc, Diego Caserio, Matteo TranchinaStefano Gasperini, Roberto “RoRo” Roberti, Giuseppe Pilloni, Matteo Impagliatelli, Tiziano Di Romualdo, Illy Islamay, Stefano Cardinale, Fausto PizzoniFabio Mauro, Tiziano Di Romualdo, Mitja Rudolf, Michele Limongi, Carlo Braccini, Paolo Della PennaFilippo EtnaMauro Ghisoni, Luca Gualtieri, Davide Roda, Giancarlo Viezzi, Zaric Dragan, Andrea Iocco Elisa Fabbri.

Sono stati 3 i day 1, tutti affollati, che hanno regalato grandissime emozioni. 330 gli euro necessari per iscriversi ad ognuno di essi, tutti con possibilità di re-entry, e 80.000 gettoni per iniziare la conquista dell’intero castello. Il primo ad abbandonare questa rincorsa a titolo è stato Mauro Schileo, primo player out in assoluto della competizione, ed ultimo ad incorrere nella stessa sorte è stato Antonio Sannicola, che deve accontentarsi del secondo posto finale, lasciando la corona di ReMida a Lucio Bertelli.

Tra la prima e l’ultima emozione sono passate poco meno di 40 ore di gioco effettivo dove le chips non hanno mai smesso di danzare sui panni. In questa danza si son persi grossi calibri del poker nazionale, si è passati attraverso lo scoppio della bolla ricaduto sulle spalle di Simone Montanarella e si è arrivato ad un final table di tutto rispetto composto da Giuseppe TedeschiLucio Renato BertelliAntonio SannicolaLuca GualtieriAlessio StaraceAlberto BussolatiCarlo BracciniAlessandro FerraraVittorio De Leo e Jovan Lepedat.

L’esito finale lo sappiamo, Bertelli incassa il premio maggiore e la corona più grande, piazzandosi davanti a Antonio Sannicola, secondo, e Alessandro Ferrara, terzo. Il risultato conseguito è frutto di un deal assolutamente amichevole  fra i tre ancora in gara dopo che in quarta posizione a lasciare campo libero è stato Carlo Braccini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here