News

Si iscrivono solo in tre al torneo high roller al MCOP 2018: ma vince sempre O’Dwyer

0

Doveva essere il grande evento, insieme al main event. Ma il “€25.500 high roller” al MCOP 2018 si rivela un flop pazzesco con appena tre giocatori iscritti. In questa debacle dal punto di vista numerico però, abbiamo ancora la conferma della forza di Steve O’Dwyer. Ci pensa lui a vincere questo 3handed e porta a casa l’ennesimo successo. 

Tre il numero perfetto…o quasi

Nessuno se lo aspettava un clamoroso buco nell’acqua al MCOP 2018. Il Master Classic Of Poker 2018 è da anni ormai un evento che richiama tantissimi giocatori: sia olandesi e sia stranieri. Lo scorso anno il torneo high roller, per qualità del field rischiò addirittura di oscurare il main event. Questa volta invece è stato un flop senza precedenti. Difficile da capire, considerando che i tornei dal buyin esclusivo sono sempre ricercati da professionisti e da amatori con il portafoglio gonfio. Sta di fatto che ad Amsterdam l’evento è andato in cortocircuito e così solo tre giocatori hanno deciso di sborsare 25.500 euro. In molti si sono chiesti, se davvero vale la pena rischiare così tanti soldi per vincere un premio contenuto rispetto all’investimento iniziale. Chi non si pone domande e pensa solo a vincere è Steve O’Dwyer.

Si iscrivono solo in tre al torneo high roller al MCOP 2018: ma vince sempre O'Dwyer
Steve O’Dwyer

Il player americano e di origini irlandesi, non ha battuto ciglio davanti al deserto cosmico del torneo high roller e si è seduto in compagnia di Stefan Wolzak e Patrik Antonius. Per la serie: pochi, ma buoni. Un solo premio e tutto al campione ovviamente, con 74.250 euro ad attendere il primo classificato. Come detto O’Dwyer non si scompone davanti al numero esiguo di avversari e lascia il segno anche al MCOP 2018. Prima bastona il buon Antonius, il quale pusha nel momento sbagliato e trova gli assi in mano a Steve. In heads up quindi, O’Dwyer se la deve vedere con il mai domo Wolzak. Quest’ultimo nonostante lo svantaggio iniziale sembra in grado di recuperare il gap. Arriva poi la mano che può cambiare le sorti del suo torneo, ma la sua coppia di assi è resa vana dal colore chiuso al river dall’americano. Steve O’Dwyer dunque, è campione ancora una volta. Non sarà di sicuro la sua vittoria più epica e non sarà nemmeno il premio più importante della sua carriera. Ma di sicuro, ha dimostrato ancora una volta che quando prende posto al tavolo sa solo vincere. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here