lost password?
Giovedì, 16.08.2018

Truffa da fantascienza al casinò di Glasgow: nei guai poker player e un dealer
am giovedì, agosto 2, 2018

Sembra di essere sul set di 007. Ma qui non ci sono ne James Bond e ne i servizi segreti britannici. Qui c’è in piedi truffa che ha molto di fantascientifico e che è stata sventata dalla polizia di Glasgow. I fatti risalgono allo scorso 26 luglio, quando la polizia è intervenuta nel casinò su segnalazione di alcuni giocatori. E dopo alcune indagini sul posto, sono stati fermati un giocatore di poker e un dealer: i due sembra che avessero messo in piedi questa particolare truffa. 

Agente 007, chi????

Una truffa è sempre un qualcosa di negativo e di malvagio. Ma va dato atto alle due persone, di averla pensata davvero in modo incredibile. Due menti sopraffine, che però adesso dovranno fare i conti con la legge. Come detto il teatro di questo spiacevole episodio è il casinò di Glasgow e un tavolo da poker, dove alcuni giocatori stanno passando una divertente serata. Per alcuni però c’è qualcosa che non va al tavolo e così decidono di chiamare la polizia. Le forze dell’ordine intervengono e dopo qualche indagine fermano due uomini: un giocatore e un poker player. I motivi sono riportati nel seguente comunicato della polizia stessa: “L’Alea Casinò di Glasgow può confermare – si legge nel comunicato – che c’è stato un episodio di collusion tra un dealer ed un giocatore di poker che si è verificato la sera di giovedì 26 luglio”. 

Truffa da fantascienza al casinò di Glasgow: nei guai poker player e un dealer

Un colpo alla James Bond….

La polizia non ha rilasciato dichiarazione in merito a come funzionava effettivamente la truffa, ma tutto sembra girare attorno ad un telefono cellulare che il giocatore deteneva davanti a se durante la partita. Questo telefono aveva incorporato una telecamera per leggere il mazzo segnato dal dealer e che possedeva un chip elettronico. Dalla lettura delle carte, partiva dal cellulare posto sul tavolo, un segnale ad un altro telefono nella tasca del solito giocatore. Il secondo telefonino aveva un auricolare collegato all’orecchio del poker player che riceva il segnale sulle prime 20 carte in testa al mazzo. Insomma un piano geniale, che però è andato in fumo grazie alla scaltrezza degli altri giocatori. Nei prossimi giorni cercheremo di saperne di più sia sulla tecnica usata e sia sulla sorte di giocatore e dealer. 







Cookie-Einstellung

Wir verwenden Cookies und den Webanalysedienst Google Analytics, um unsere Website möglichst benutzerfreundlich zu gestalten. Wenn Sie fortfahren, stimmen Sie der Verwendung zu. Weitere Informationen und die Möglichkeit Cookies zu deaktivieren finden Sie hier: Datenschutzerklärung

Impressum

Ihre Auswahl wurde gespeichert!

Weitere Informationen

Information

  • Einverstanden:
    Unsere Website verwendet Cookies. Cookies sind kleine Textdateien, die es ermöglichen, bestimmte Informationen zu Ihnen und Ihrem Nutzungsverhalten bezüglich unserer Website auf Ihrem Endgerät (beispielsweise PC, Smartphone, Tablet) zu speichern. Mit Cookies können wir die Benutzerfreundlichkeit unserer Website erhöhen und ihre Funktionalität sicherstellen. Wir setzen Google Analytics ein, um Besucher-Informationen wie z.B. Browser, Land, oder die Dauer, wie lange ein Benutzer auf unserer Seite verweilt, zu messen. Ihre IP-Adresse wird anonymisiert übertragen, die Verbindung zu Google ist verschlüsselt.
  • Keine Cookies zulassen:
    Die Cookie-Deaktivierung können Sie in unserer Datenschutzerklärung vornehmen. Danach werden keine Cookies gesetzt, es sei denn, es handelt sich um technisch notwendige Cookies.

Sie können Ihre Cookie-Einstellung jederzeit hier ändern: Datenschutzerklärung.

Zurück