WPT

WPT Vienna: Kostantinos Nanos trionfa al Montesino

0

Il main event del WPT Vienna iscrive il nome di Konstantinos Nanos nell’albo d’oro del circuito. Il player tedesco è riuscito infatti a mettere le mani sul trofeo e sull’assegno da 150.000 euro riservato al campione. Non solo. Grazie a questo primo posto si assicura un ticket da 15.000 dollari per la finalissima di fine stagione al “Borgata” di Atlantic City. Battuto in heads up il favorito della vigilia, Vladimir Krastev a cui vanno 103.000 euro di ricompensa. Kostantinos Nanos

In sei sono tornati ieri pomeriggio al “Montesino” per giocarsi la volata finale, fra cui la francese Gaelle Baumann. Questa la situazione dalla quale ripartivano a i giocatori.

Surname Name Nation Chipcount BBs T/S
Krastev Vladimir AUT 2.379.000 99 1
Nanos Konstantinos GER 1.386.000 58 3
Koutoupas Sotirios GRE 1.327.000 55 5
Bichon Thomas FRA 593.000 25 2
Freund Andreas AUT 521.000 22 4
Baumann Gaelle FRA 382.000 16 6

Sotirios Koutoupas prima si illude con un double up ma poi è costretto ad alzare bandiera bianca quando la sua coppia di nove sbatte senza appello su 10-10 di Krastev. In quinta posizione viene eliminata proprio Gaelle Baumann a cui la rimonta disperata non riesce. Anche per lei c’è un illusorio raddoppio, per poi soccombere con A10 vs AQ sempre di Krastev.

Tutto questo avviene nelle prime tredici mani e il leader Krastev vanta così a quattro left il 55% delle chips in gioco. E lo strapotere del padrone di casa prosegue alla mano ventiquattro quando con KJ si sbarazza di Andreas Freud dominato con il suo K9.

Quando ormai l’austriaco sembra lanciato verso il successo, ecco che arriva la mano che sposta gli equilibri del tavolo finale. Siamo esattamente nella mano#29 e Krastev con KQ mette ai resti il futuro campione che shova AA. Il board è amico del tedesco, che da una vistosa “legnata” allo stack del rivale e si prende la leadership. La medaglia di bronzo invece finisce al collo dell’unico giocatore che poteva ambire ad un titolo bis del WPT, Thomas Bichon si arrende con K9 a A8 di Krastev che trova ancora una volta il colpo di reni per tornare in gara, con il quarto scalpo di giornata.

Il testa a testa finale però lo vede partire con un distacco di oltre due milioni rispetto a Nanos. E così in 30 mani si arriva all’epilogo della sfida. Sul flop Q-9-7 Krastev mette tutte le chips al centro del tavolo con J10 e subisce il call di Nanos con AQ. Turn e river non cambiano la sostanza e Kostantinos Nanos può alzare le braccia al cielo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here