WSOP

WSOP Circuit: Engel sogna il nono ring al final table. Clamoroso errore di un dealer

0

Ari-Engel3-620x413[1]
Ari Engel
Un venerdì che difficilmente dimenticheranno dalle parti di Atlantic City. Ari Engel centra il tavolo finale del main event della tappa al “Harrah’s Resort”, puntando al nono ring in carriera, dopo aver vinto l’ottavo solo quattro giorni fa. Nello stesso torneo succede un fatto che però ha dell’incredibile. Protagonista un dealer distratto e anche dei giocatori non proprio “svegli” nel rendersi conto immediatamente dell’errore, che ha bloccato poi il torneo per quasi mezzora.

Infatti finiscono ai resti preflop una coppa di sei e K-J. Il board 8-8-5-9-9 annulla 6-6 premiando il Re come quinta carta, ma incredibilmente il dealer assegna il piatto proprio alla coppia e nessuno nell’immediato dice niente. Tanto è vero che il player con K-J saluta e si allontana dal tavolo. Passano alcuni istanti e finalmente un giocatore al tavolo, fa presente che è K-J ad aver vinto la mano e che il sostanzioso piatto non deve essere assegnato a 6-6.

Il problema è che il player con K-J ha già abbandonato l’area di gioco e non si trova da nessuna parte. Nessuno lo conosce e dunque anche il nome rimane un mistero. Intanto la direzione di gara ferma il torneo, cercando dalle telecamere di risalire all’identità del giocatore. Intanto il player a cui era stato assegnato il piatto erroneamente non l’ha presa certo bene e ha iniziato ad alzare la voce verso gli altri giocatori, che chiedevano la restituzione del piatto.

Alla fine la direzione di gara ha assegnato il piatto da 22 big blinds a colui che se ne era andato, alimentando la tensione dell’altro giocatore. E’ servito l’intervento della security per riportare la calma, mentre dall’ufficio stampa delle WSOP Circuit partiva l’appello con tanto di identikit per ritrovare il giocatore con K-J.

Intanto in mezzo a questo trambusto, Ari Engel ha continuato a macinare chips dopo aver chiuso il day1B con il secondo stack di giornata. In 75 hanno ripreso la corsa verso il tavolo finale, con l’obiettivo di raggiungere almeno la zona premi posta a 45 left, su cui sono spartiti i 550.000 dollari di montepremi, frutto di 370 ingressi totali. Al campione è riservato un assegno da 112.098 dollari. Uomo bolla della manifestazione è Greg Himmelbrand la cui coppia di sei soccombe a 9-9 di Jason Heckler.

Nelle battute finali della serata si arriva alla composizione del tavolo finale a nove giocatori. L’ultimo a mancare l’accesso alla volata finale è Tom Dobrilovic il cui AK non migliora vs Q-Q di Dorian Rois, il quale fa poker di donne. Ari Engel riparte dal secondo stack in gioco con 1.506.000 gettoni, mentre comanda Robert Kuhn a quota 2.326.000 chips. Presente al tavolo finale anche un pezzo da novanta come Jared Jaffee, che annaspa però nel fondo del count con 326.000 fiches.

Se Engel riuscisse a vincere si tratterebbe del nono ring in carriera, raggiungendo il primatista Alex Masek. Vi lasciamo con il count/redraw ufficiale:

Seat 1. Ari Engel – 1,506,000 (75 bb)
Seat 2. Oliver Entine – 185,000 (9 bb)
Seat 3. Jared Jaffee – 326,000 (16 bb)
Seat 4. Joseph Liberta – 545,000 (27 bb)
Seat 5. David Cossio – 1,227,000 (61 bb)
Seat 6. Nenad Cvetkovic – 353,000 (18 bb)
Seat 7. Dorian Rios – 586,000 (29 bb)
Seat 8. Joseph Cappello – 356,000 (18 bb)
Seat 9. Robert Kuhn – 2,326,000 (116 bb)

Questo il payout:

1st: $122,098
2nd: $75,452
3rd: $55,134
4th: $40.937
5th: $30,869
6th: $23,626
7th: $18,348
8th: $14,452
9th: $11,544

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here