Kings Rozvadov

WSOPE 2018: Max Pescatori accende il Mixed, quanti big in corsa per il bracciale

0

Max Pescatori ci riprova alle WSOPE 2018. Nell’evento#6 della kermesse del King’s lancia l’assalto al quinto bracciale della sua pazzesca carriera. Il “Pirata” supera il day 1 del “€1.650 PLO/NLH Mixed Game” e punta con decisione al grande risultato. Intanto il Monsterstack si avvia al final day e in corsa c’è l’italo-albanese Mario Llapi. 

Tre Italiani a caccia del bracciale

Nell’evento#6 delle WSOPE 2018 in 139 hanno risposto presente e addirittura in 102 hanno sfruttato l’opzione del re-entry. Un totale di 242 paganti ha dunque animato il day 1 e alla fine ne restano 42 sulla strada che conduce al day 2. Il prize pool di 200.000 euro viene suddiviso in 37 posizioni a premio: cash minimo di 2.350€ fino alla prima moneta da 86.956 euro. Dunque manca davvero poco allo scoppio della bolla e basteranno appena 5 eliminazione per raggiungere i premi. Tre gli azzurri che ci proveranno. Il migliore della nostra truppa è Vittorio Castro che imbusta 196.000 gettoni, vale a dire il 18° stack in gioco. Subito dopo è la volta di Max Pescatori. 

WSOPE 2018: Max Pescatori accende il Mixed, quanti big in corsa per il bracciale
Max Pescatori

Il “Pirata” è a metà del gruppo con 161.500 chips. Una situazione comoda per superare la fase bolla e poi lanciare l’assalto al final table di domani. L’ultimo azzurro a completare il giro di boa è Pasquale Vinci. Cerca il quinto “In the Money” in sei eventi giocati e con 56.500 pezzi ha bisogno di almeno un double up. Leader della corsa è Laszlo Bujtas. Il player ungherese accumula 388.500 fiches e precede un fenomeno allo stato puro come Shaun Deeb: 361.000 unità per lui e la possibilità di bullare la seconda giornata. Tanti i big che rivedremo in corso d’opera. Da Anthony Zinno (241.000) a Van Tiep Nguyen (199.000), passando per Chris Ferguson (138.500), fino a raggiungere gli short Oleg Pavlyuchuk (75.500) e Jeff Lisandro (57.000). 

Il count ufficiale

Pos First Name Last Name Country Chipcount Table Seat
1 Laszlo Bujtas Hungary 388.500 155 3
2 Shaun Kristopher Deeb United States 361.000 139 1
3 Zoltan Szabo Hungary 309.000 153 4
4 Roland Israelashvili United States 303.000 138 7
5 Krasimir Yanev Yankov Bulgaria 293.000 140 2
6 Julien Alexan Sitbon France 293.000 154 3
7 Netanel Amedi Israel 277.500 153 2
8 Anatolii Zyrin Russian Federation 250.500 155 4
9 Anthony Zinno United States 241.000 154 6
10 Jaroslav Peter Czech Republic 223.500 138 3
11 Chi Hang Daniel Tang United Kingdom 214.000 139 6
12 Viliyan Georgiev Petleshkov Bulgaria 206.500 140 7
13 Joao Filipe Martins Vieira Portugal 205.500 155 7
14 Alexandros  Kedikoglou Greece 205.000 139 7
15 Samuel Albeck Germany 201.500 153 7
16 Richard Toth Hungary 201.000 154 8
17 Van Tiep Nguyen Czech Republic 199.000 140 1
18 Vittorio Castro Italy 196.000 138 8
19 Matti Juhani Hautanen Finland 195.500 139 3
20 Majid Ejlal Noubarian Iran, Islamic Republic of 188.000 154 7
21 Joni Petteri Jouhkimainen Finland 179.000 155 1
22 Norbert Szecsi Hungary 162.000 140 3
23 Massimiliano Pescatori Italy 161.500 138 2
24 Antti Oskari Marttinen Finland 151.500 153 8
25 Yunsheng Sun China 149.500 140 5
26 Andreas Walnum Norway 147.500 138 6
27 Wai Leong Chan Wai Leong Malaysia 145.000 139 2
28 Chris Ferguson United States 138.500 154 5
29 Tong Siow Choon Tong Malaysia 123.500 155 8
30 Zhong Chen Netherlands 112.000 153 5
31 Aaron Duczak Canada 105.500 140 6
32 Christopher Back Canada 79.500 155 2
33 Jean Noel Henri Ibrahima Said France 77.500 153 6
34 Oleg Pavlyuchuk Russian Federation 75.500 138 4
35 Bharath Janardhan India 72.000 154 1
36 Roman Cieslik Germany 62.500 139 8
37 Abdelhakim Zoufri Netherlands 61.000 140 8
38 Stephan Klam Germany 59.000 153 1
39 Jeffrey Dominic Lisandro Italy 57.000 139 5
40 Pasquale Vinci Italy 56.500 138 5
41 Siarhei Chudapal Belarus 54.000 155 5
42 Romain Pierre Lewis France 42.000 154 2

 

Llapi ci prova nel Monsterstack

Il day 2 del “€1.100 Monsterstack”, alle WSOPE 2018, vede 14 players raggiungere il final day. C’è un pezzo d’Italia nella discesa al titolo. Ecco infatti spuntare la sagoma di Mario Llapi. Albanese di nascita, ma cresciuto in Italia, proverà a smuovere il medagliere azzurro in una battaglia finale che si annuncia al cardiopalma. Chi vince, porta a casa una prima moneta da 134.407 euro. Sei gli azzurri che si sono presentati ai nastri di partenza della seconda giornata. Soltanto Llapi e Riccardo Saitta centrano però la zona premi riservata a 100 giocatori. Saitta si ferma al 77° posto per 1.738€. 

Mario Llapi invece la sua avventura e torna per l’atto finale con l’undicesimo stack in gioco, vale a dire 1.165.000 pezzi. Niente è ancora compromesso e basta un raddoppio per tornare a sognare nei piani alti del count. L’uomo da battere sarà invece Luiz Antonio Duarte Ferreira Filho. Il brasiliano prova la fuga con 4.350.000 chips e l’unico in grado di reggere il suo passo è Timur Margolin con 4.110.000 pezzi. Carte in aria con la volata finale a partire dalle ore 14.00, si riprende dal livello 20.000-40.000 ante 40.000. 

Il count del final day 

os First Name Last Name Country Chipcount Table Seat
1 Luiz Antonio Duarte Ferreira Filho Brazil 4.350.000 94 5
2 Timur Margolin Israel 4.110.000 80 8
3 Raul Marcelo Villarroel Henriquez Chile 2.810.000 80 4
4 Andrei Konopelko Belarus 2.360.000 94 4
5 Alexander Paul Viard France 2.180.000 80 1
6 Amar Begovic Bosnia and Herzegovina 1.660.000 94 2
7 Dhawal Kumar Lachhwani India 1.650.000 80 5
8 Brockmann Henrik Austria 1.335.000 94 3
9 Mykhailo Gutyi Ukraine 1.275.000 94 6
10 Sebastian Ulrich Germany 1.240.000 80 2
11 Mario Llapi Albania 1.165.000 80 6
12 Tamas Szunyoghy Hungary 1.065.000 94 8
13 Michal Mrakes Czech Republic 960.000 94 7
14 Luiz Antonio Duarte Ferreira Brazil 510.000 80

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here